Papa Francesco: proroga fino al 4 maggio la sospensione dell’attività giudiziaria in Vaticano

Prorogata fino al 4 maggio la sospensione dell’attività giudiziaria in Vaticano. Il Papa, nell’udienza concessa a mons. Edgar Peña Parra, sostituto per gli Affari Generali della Segreteria di Stato, il 31 marzo scorso, ha infatti stabilito di “prorogare il termine e gli effetti giuridici” del precedente Rescriptum del 18 marzo, che conteneva “misure straordinarie ed urgenti per contrastare l’emergenza epidemiologica da Covid-19 e contenere gli effetti negativi sullo svolgimento dell’attività giudiziaria”. Il Santo Padre – rende noto il cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin – “ha disposto che il presente rescritto sia promulgato tramite pubblicazione su L’Osservatore Romano, entrando in vigore immediatamente, e quindi pubblicato nel commentario ufficiale degli Acta Apostolicae Sedis”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy