Coronavirus Covid-19: mons. Leuzzi (Teramo) saluta in video i ragazzi disabili, “Gesù è risorto perché ogni vita sia servita, ogni vita sia promossa”

A causa delle restrizioni legate all’emergenza sanitaria causata dall’epidemia di coronavirus Covid-19, il vescovo della diocesi di Teramo-Atri, mons. Lorenzo Leuzzi, ha dovuto cancellare l’appuntamento previsto oggi con la Piccola Opera Charitas di Giulianova, un’organizzazione che si occupa di riabilitazione, assistenza alle persone con disabilità e diffusione della cultura orientata in senso cristiano. Volendo restare comunque vicino alla comunità, il vescovo della diocesi aprutina ha inviato un messaggio video. “Mi dispiace molto non poter essere con voi come tradizione, in questo tempo di preparazione alla santa Pasqua ma la situazione sanitaria non ci permette di muoverci”, ha affermato mons. Leuzzi che ringrazia per la loro testimonianza tutti coloro che, senza stancarsi, offrono il loro servizio ai fratelli che hanno bisogno di assistenza. “La Poc è chiamata, proprio in questo tempo quaresimale e la prossima Settimana Santa, in preparazione all’evento pasquale, a dare una testimonianza, che Gesù è risorto perché ogni vita sia servita, ogni vita sia promossa, e voi con la vostra testimonianza rendete un grande servizio, non solo per la chiesa ma anche per tutta la società. Ogni uomo e ogni donna vale per ciò che è e non per ciò che fa e questo è un punto fermo per poter ripartire dopo questa difficoltà sanitaria”. Parole di gioia sono state espresse da Domenico Rega, presidente della Piccola Opera Charitas: “Ringraziamo di cuore il nostro vescovo Lorenzo per la sollecitudine pastorale che ci mostra e di cui oggi più che mai sentiamo il bisogno”.

VIDEO MESSAGGIO DEL VESCOVO LORENZO LEUZZINel calendario degli appuntamenti della POC per la Quaresima 2020 era previsto oggi, 2 aprile, l'incontro con il nostro vescovo Lorenzo, tanto atteso dai ragazzi e da tutta la comunità della Piccola Opera Charitas.Per ovvi motivi il vescovo non può essere presente fisicamente, ma ha voluto esserlo spiritualmente con questo messaggio diretto a tutti noi.Lo ringraziamo di cuore per la sollecitudine pastorale che ci mostra e di cui oggi più che mai sentiamo il bisogno.

Pubblicato da Fondazione Piccola Opera Charitas su Giovedì 2 aprile 2020

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy