Coronavirus Covid-19: mons. Di Donna (Acerra), “celebreremo una Pasqua ‘unica’, occasione per riscoprire la sostanza della nostra fede”

“La Pasqua che ci prepariamo a vivere è probabilmente ‘unica’ nella nostra vita, come lo è stata la Quaresima che sta per concludersi. Come celebreremo i giorni di Pasqua in una circostanza così inedita? Non possiamo celebrare la Pasqua insieme, nelle nostre chiese aperte, e questo ci dà sofferenza. Ma come celebrarla? La celebreremo nelle nostre case. Come il popolo di Israele in esilio – quando appunto era senza tempio e senza sacerdoti – dobbiamo imparare anche noi a celebrare la Pasqua ‘restando a casa’”. Lo spiega, in una nota, il vescovo di Acerra, mons. Antonio Di Donna. “Lo spazio della casa è chiamato a diventare luogo del culto spirituale e la famiglia riscopre di essere ‘chiesa domestica’, come nelle prime comunità cristiane – aggiunge il presule -. Ogni famiglia deve inventarsi uno spazio con dei segni che richiamino la fede: un cero, un crocifisso, una tovaglia particolare, ma soprattutto ponendo al centro la Parola di Dio”. La diocesi preparerà un Sussidio su “Come celebrare la Settimana Santa in casa”, con semplici schemi di preghiera, con parole e segni (scaricabile dal sito diocesano).
Il vescovo ricorda anche che nei prossimi giorni registrerà alcuni videomessaggi nei quali approfondirà il significato di questi giorni (Giovedì, Venerdì, Sabato santo e Pasqua): “Vorrei parlarvi come un padre che immagina i suoi figli raccolti attorno ad un tavolo di casa per pregare e proverò ad aiutarvi a celebrare la Pasqua nell’emergenza, lì dove siete, ma anche in comunione con tutta la Chiesa di Acerra”. E conclude: “È vero, celebriamo la Pasqua senza concorso di popolo, ma questa è un’occasione preziosa per richiamare l’attenzione dei fedeli, meno distratti da manifestazioni esteriori, sulla ‘sostanza della nostra fede’”.
Tra gli appuntamenti che si potranno seguire in diretta Facebook su www.diocesiacerra.it la catechesi del vescovo di introduzione alla Settimana Santa, sabato 4 aprile alle 17, e le sue catechesi sul Triduo pasquale, lunedì 6, martedì 7, mercoledì 8, alle 17. Per quanto riguarda le celebrazioni del vescovo in cattedrale senza concorso di popolo, sempre in diretta Facebook su www.diocesiacerra.it, il 5 aprile, alle ore 10, Domenica delle Palme; il 9 aprile, alle ore 17, Giovedì Santo, Messa in coena Domini; il 10 aprile, alle ore 16, Venerdì Santo, commemorazione della Passione e morte del Signore; l’11 aprile, alle ore 20, Sabato Santo, Veglia pasquale; il 12 aprile, alle ore 10, Domenica di Pasqua.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy