Coronavirus Covid-19: Cosenza-Bisignano, un sussidio per le celebrazioni di Settimana Santa e Pasqua

L’ufficio liturgico dell’arcidiocesi di Cosenza-Bisignano, “attenendosi alle indicazioni venute dalla Santa Sede (Congregazione del Culto divino), dalla Cei, dall’arcivescovo di Cosenza, mons. Francesco Nolè, e naturalmente dalle Autorità civili preposte alla sicurezza”, ha predisposto un Sussidio “per agevolare i parroci nell’organizzazione dei riti della Settimana Santa e aiutare i fedeli a seguirle in famiglia attraverso i media”.
Mons. Nolè celebrerà in cattedrale, negli stessi orari del Santo Padre, domenica delle Palme, ore 11, Giovedì Santo, ore 18, Venerdì Santo, ore 18, Sabato, solenne Veglia pasquale, ore 21.30, e Domenica di Resurrezione, ore 11.
Insieme all’Ufficio per la Comunicazione sociali, è stato predisposto che, in ottemperanza alle norme della Cei del 1973, “le celebrazioni saranno trasmesse in streaming sul canale Facebook della Cattedrale e sull’emittente radiofonica diocesana radio Jobel InBlu”.
Relativamente alle “presenze in chiesa”, per l’arcidiocesi bruzia, “nel doveroso e necessario rispetto delle misure sanitarie, a partire dalla distanza fisica”, si dispone che “le celebrazioni siano fatte a porte chiuse, si riduca all’essenziale il numero di persone chiamate a garantire un minimo di dignità alla celebrazione, come previsto dalle indicazioni dal Ministero dell’Interno”. Altresì, l’Ufficio liturgico diocesano ricorda che “per tutti coloro che partecipano alla celebrazioni”, “l’autocertificazione dovrà contenere il giorno e l’ora della celebrazione, oltre che l’indirizzo della chiesa ove la celebrazione si svolge”. La diocesi raccomanda, “negli spostamenti, l’uso dei dispositivi di sicurezza personale: guanti, mascherine, uso dei disinfettanti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy