Coronavirus Covid-19: Protezione civile, attualmente 42.681 persone positive, 6.072 guariti e 4.825 decessi, 798 in più di ieri

In Italia, per il coronavirus Covid-19, attualmente ci sono 42.681 persone positive, 4.821 in più di ieri. Il numero dei guariti si è incrementato nelle ultime 24 ore di 943 unità e si è portato a 6.072 totali. Purtroppo, “c’è stato oggi un incremento dei deceduti di 793 persone”, per un totale di 4.825 “per e con coronavirus”. Lo ha affermato questa sera il capo dipartimento della Protezione civile e commissario all’emergenza, Angelo Borrelli, nel corso della quotidiana conferenza stampa per fare il punto sulla situazione in Italia.
Per quanto riguarda i casi attualmente positivi, 22.116 persone sono in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi, 2.857 (il 7%) sono le persone in terapia intensiva, mentre 17.708 sono ricoverati con sintomi. Rispetto alla distribuzione territoriale, ci sono attualmente 17.370 casi positivi in Lombardia, 5.561 in Emilia-Romagna, 4.214 in Veneto, 3.506 in Piemonte, 1.997 nelle Marche, 1.905 in Toscana, 1.159 in Liguria, 1.086 nel Lazio, 793 in Campania, 720 nella Provincia autonoma di Trento, 666 in Friuli Venezia Giulia, 642 in Puglia, 600 nella Provincia autonoma di Bolzano, 494 in Abruzzo, 458 in Sicilia, 447 in Umbria, 321 in Sardegna, 304 in Valle d’Aosta, 225 in Calabria, 66 in Basilicata e 47 in Molise.
Borrelli ha comunicato che “ad oggi il numero di pazienti trasferiti dalla Lombardia con il sistema della Cross è di 61 pazienti, 1 in più di ieri. Stiamo lavorando per potenziare il trasferimento di ulteriori pazienti dalla Lombardia verso altre Regioni”. Il commissario ha voluto poi “ringraziare tutti coloro che hanno risposto alla nostra chiamata ‘Medici per Covid’, abbiamo ricevuto un numero importante, molto molto alto” di candidature. “Saranno prontamente destinati per andare in Lombardia e negli altri territori in cui ci sarà bisogno di medici”, ha assicurato Borrelli annunciando che domani arriverà in Italia il team di 52 medici cubani che “gestiranno l’ospedale da campo allestito a Cremona”.
Sulla polemica legate alle mascherine, il capo Dipartimento ha spiegato che “il sistema della Protezione civile sta acquisendo mascherine su canali diversi, per usi diversi” a partire da quelle per il personale sanitario, “chirurgiche, Ffp2 e Ffp3” e altri tipi per i lavoratori in modo da liberare quelle chirurgiche per il personale medico.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy