Coronavirus Covid-19: card. Betori (Firenze), preghiera davanti al Santissimo Crocifisso di Borgo San Lorenzo

Una preghiera per questi tempi difficili segnati dall’epidemia da coronavirus: l’ha rivolta, oggi, il cardinale arcivescovo di Firenze, Giuseppe Betori, al Santissimo Crocifisso di Borgo San Lorenzo. La preghiera è stata registrata nella chiesa di San Salvatore in arcivescovado, davanti ad una immagine del Crocifisso. “Avevamo pensato in questo tempo così difficile di accompagnare le nostre comunità con un momento di preghiera settimanale davanti alle immagini più care alla nostra tradizione, immagini del Santissimo Crocifisso o della Beata Vergine Maria. Si era pensato di andare nei luoghi in cui queste immagini si trovano, ma accogliendo il pressante invito delle autorità civili a restare nelle nostre case, anche il vescovo resta nella sua casa, qui nella chiesa di San Salvatore al Vescovo, a pregare, portando qui le immagini dei nostri santuari – ha detto il porporato prima di introdurre la preghiera −. E dopo aver pregato di fronte all’immagine della Santissima Annunziata a Firenze, oggi la nostra preghiera vuole rivolgersi al Crocifisso dei Miracoli che è custodito in Borgo San Lorenzo. Ne abbiamo qui una riproduzione, pregheremo di fronte a Lui, ci affideremo a Lui, perché ci protegga e ci accompagni in questi giorni di sofferenza”.
Nella preghiera il cardinale ha chiesto la protezione di Firenze, della Toscana, medici, infermieri, operatori sanitari e volontari e ha invocato il conforto per i malati e le loro famiglie.
Al termine della preghiera il card. Betori si è rivolto ai fedeli: “Io come vescovo cerco di non invadere il territorio delle vostre parrocchie. Mi basta essere con voi in questo appuntamento settimanale del sabato, con cui condivido le vostre preghiere di affidamento al Signore e alla Vergine Maria. Mi basta essere con voi ogni settimana nella riflessione che propongo, il giovedì, sulla Passione del Signore nostro Gesù Cristo secondo il Vangelo di Matteo. Sarò con voi senz’altro nelle celebrazioni della Settimana Santa, il giorno della Domenica delle Palme e poi per il Triduo Pasquale. Il Signore vi sia vicino e vi dia sostegno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy