Diocesi: Carpi, preghiera a san Giuseppe per invocare la fine della pandemia

Una serie di momenti di preghiera a san Giuseppe per invocare la fine della pandemia. Li organizza la diocesi di Carpi, invitando i fedeli a partecipare in presenza o attraverso le modalità online. Il cammino inizierà sabato 10 aprile e prevede altri tre appuntamenti il 17 e il 24 aprile e il 1° maggio festa di san Giuseppe lavoratore.
La chiesa parrocchiale di San Giuseppe Artigiano a Carpi, eretta a santuario interdiocesano, è il luogo dove si svolgeranno gli incontri che nei tre sabati di aprile, 10 – 17 – 24, avranno inizio alle 18 con uno spazio di commento biblico e testimonianze, seguito alle 19 dalla Messa. Mentre il 1° maggio è prevista, alle 19, la Messa per il mondo del lavoro organizzata dalla Commissione diocesana per la Pastorale sociale e del lavoro e dalle Acli di Carpi. Gli incontri saranno trasmessi in diretta sul canale Youtube Notiziecarpi e sul sito diocesicarpi.it.
Il primo incontro, sabato 10 aprile, si svolgerà tra le 18 e le 20, sul tema “Giuseppe: Padre coraggioso e creativo”. Protagonisti saranno i giovani nel tempo della pandemia. Il testo biblico è “il sogno di Giuseppe” (Mt 1,18-25) con il commento di don Carlo Bellini. Le testimonianze saranno quelle di giovani sposi. La Messa, alle 19, sarà presieduta da don Riccardo Paltrinieri, rettore del Seminario vescovile e assistente della Pastorale giovanile della diocesi di Carpi. La capienza della chiesa di San Giuseppe è di 130 persone, tenendo conto dei distanziamenti previsti. I partecipanti saranno accolti da volontari che faciliteranno gli ingressi e le sanificazioni necessarie e aiuteranno a prendere posto in modo ordinato ed evitare qualsiasi assembramento.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy