Coronavirus Covid-19: Iss, scende al 75% l’efficacia vaccinale tra chi ha completato il ciclo. Prevenzione del 91% per ricovero e decesso, del 95% per terapia intensiva

“Negli ultimi 30 giorni in Italia si osserva una maggiore incidenza di casi diagnosticati in persone non vaccinate. L’efficacia vaccinale nel prevenire qualsiasi diagnosi sintomatica o asintomatica di Covid-19 nelle persone completamente vaccinate è diminuita passando dall’89%, durante la fase epidemica con variante alfa prevalente, al 75% durante la fase epidemica con variante delta prevalente. Rimane comunque elevata l’efficacia vaccinale nel prevenire l’ospedalizzazione (91%), il ricovero in terapia intensiva (95%) o il decesso (91%) nella fase epidemica con variante delta prevalente”. È quanto si legge nel report “Epidemia Covid-19” diffuso dall’Istituto superiore di sanità.
Al 10 novembre, in Italia, la copertura vaccinale per due dosi nella popolazione di età superiore ai 12 anni è pari a 83,8%. Nelle fasce di età 70-79 e over 80 la percentuale di persone che hanno completato il ciclo vaccinale con due dosi è superiore al 90% (rispettivamente 91,4% e 93,7%). Nelle fasce di età 20-29, 40-49, 50-59 e 60-69 la percentuale di persone che hanno completato il ciclo vaccinale è superiore all’80% (rispettivamente 83,8%, 80,2%, 84,7% e 88,5%). La copertura con due dosi si attesta al 79,3% nella fascia 30-39 mentre nella fascia 12-19 è pari al 68,3%. In tutte le Regioni/PA la copertura vaccinale della popolazione con età compresa fra i 12 ed i 59 anni è maggiore del 70%.
L’Iss rileva che “calcolando il tasso di ospedalizzazione per i non vaccinati (184,1 ricoveri per 100.000) si evidenzia come questo sia circa sette volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo da meno di sei mesi (25,0 ricoveri per 100.000) e 6 volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo da oltre sei mesi (31,5 ricoveri per 100.000)”. “Analizzando il numero dei ricoveri in terapia intensiva e dei decessi negli over 80, si osserva che il tasso di ricoveri in terapia intensiva dei non vaccinati (10,9 ricoveri in terapia intensiva per 100.000) è circa sette volte più alto di quello dei vaccinati con ciclo completo da meno di sei mesi (1,5 ricoveri in terapia intensiva per 100.000) e da oltre sei mesi (1,4 ricoveri in terapia intensiva per 100.000) mentre, nel periodo 17/09/2021-17/10/2021, il tasso di decesso nei non vaccinati (64,1 per 100.000) è circa dieci volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo entro sei mesi (6,2 per 100.000) e sei volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo da oltre sei mesi (9,9 per 100,000)”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy