Editoria: Rogate Ergo, il numero di agosto-settembre dedicato alla “fame di Eucaristia”

È incentrato sulla “fame di Eucaristia” il numero di agosto/settembre della rivista Rogate Ergo. In vista dell’inizio dell’anno pastorale e dell’uscita del nuovo Messale romano, la rivista riflette sul rapporto “Eucaristia e vocazione” partendo dal fenomeno dell’abbandono dei giovani dalla Messa. Per il pastoralista don Tonino Lasconi non sono possibili correzioni di errori del passato senza riportare i giovani nella Chiesa, che vive l’Eucarestia e poi la celebra. “È necessario far diventare la Messa una scelta libera e coraggiosa, non una penitenza da scrollarsi di dosso – scrive – diversamente il rito è scarico, e allora puoi fare tutti i salti, i canti, le stranezze che vuoi, risulterà sempre pesante ed estraneo”.
Padre Amedeo Cencini, psicanalista, spiega come l’Eucaristia gioca un ruolo importante nell’animazione vocazionale, ma occorra puntare sulla qualità della Messa domenicale più che a moltiplicare le messe. “Sul piano vocazionale è fondamentale – evidenzia – introdurre l’idea di tempo donato, quello passato nella celebrazione eucaristica, perché in questo modo si educa a fare della propria vita un tempo ricevuto e poi dato in dono, senza limiti, secondo la fantasia dello Spirito”.
La rivista riporta poi diverse testimonianze di giovani appassionati dell’Eucaristia, tra cui il prossimo beato Carlo Acutis, che considerava l’Eucaristia “l’autostrada verso il cielo”. Anche l’ampia trattazione del tema eucaristico nell’arte, fatta da Rodolfo Papa, tratteggia la dimensione vocazionale delle opere di artisti cristiani, da Leonardo da Vinci a Caravaggio, da Raffaello, a Jan van Eyck, volte a indirizzare le menti degli uomini a Dio. Chiude la vasta trattazione sull’Eucaristia, una circostanziata rassegna dei miracoli eucaristici avvenuti lungo i secoli nel mondo, in ben 132 luoghi, di cui 17 in Italia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy