Terremoto L’Aquila: Casellati, “epidemia è una pesante battuta d’arresto per le speranze di ripresa, nel post emergenza garantire risposte efficaci”

(Foto: Senato della Repubblica)

“Undici anni fa il terribile terremoto che devastò L’Aquila si portò via la vita di 309 italiani. Quest’anno l’anniversario di quell’evento luttuoso cade nel pieno dell’emergenza Coronavirus e non sarà possibile celebrare alcuna commemorazione pubblica. Per questo oggi è ancora più importante che il Paese intero ricordi e sia unito nel cordoglio”. Lo ha dichiarato il presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, in occasione dell’11° anniversario del terremoto de L’Aquila.
“Per le popolazioni colpite dal sisma del 2009, l’epidemia – osserva la seconda carica dello Stato – comporta un grave peggioramento delle condizioni di vita e una pesante battuta d’arresto per le speranze di ripresa economica e di ricostruzione che attendono da anni di diventare realtà”.
Secondo Casellati, “nella fase post emergenza sanitaria che richiederà il massimo sforzo di Governo e Parlamento per sostenere le famiglie e i settori produttivi del Paese, alle comunità dei territori messi in ginocchio dagli eventi sismici occorrerà garantire una volta per tutte risposte efficaci, sia in termini di investimenti che di semplificazione normativa al fine di velocizzare la ricostruzione”. “Questa volta – ha concluso il presidente del Senato – lo Stato non può mancare all’appuntamento”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy