Coronavirus Covid-19: anche in Belgio, i vescovi varano le prime misure precauzionali

Anche in Belgio i vescovi prendono misure precauzionali di sicurezza per il contagio da Coronavirus. È di poche ore fa l’annuncio fatto dalla ministra federale della Salute, Maggie De Block, durante il primo punto quotidiano sul contagio nel Paese, di sei casi di Coronavirus confermati in Belgio. Alla luce della richiesta di vigilanza da parte del governo e di prendere “precauzioni riguardo al Coronavirus Covid-19, i vescovi belgi – si legge in una nota della Conferenza episcopale diffusa oggi – si uniscono a questa chiamata e chiedono alle comunità di credenti cattolici nel nostro Paese di osservare, con effetto immediato e durante qualsiasi assemblea”, una serie di misure precauzionali: evitare di stringere la mano o di baciarsi durante il dono della pace; non fare uso di acqua santa quando si entra e si esce dalla chiesa; ricevere la comunione solo sulla mano e fare in modo “se possibile” che la distribuzione  dell’Eucaristia sia fatta solo da chi presiede la celebrazione. “I vescovi ringraziano tutti coloro che, con grande dedizione e competenza, stanno facendo tutto il possibile per limitare la diffusione del Coronavirus Covid-19 e stanno fornendo assistenza a coloro che sono infetti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy