Coronavirus Covid-19: Web Stars Channel e Save the Children lanciano insieme la campagna #iomidivertoacasa

I più giovani sono costretti a non poter frequentare la scuola e gli amici a causa della pandemia che sta investendo il mondo, e le star del web scendono in campo e lanciano la campagna #iomidivertoacasa. L’iniziativa nata dalla digital company italiana Web Stars Channel, coinvolgerà i più importanti content creator del web come Favij, LaSabri, i Mates, Jack Nobile, Danny Lazzarin, Giulia Penna, La Coppia Che Scoppia (sono solo alcuni). In partnership con Save The Children, la campagna sarà diffusa su TikTok, Instagram e YouTube e avrà uno scopo ben preciso: oltre a ripetere quanto sia fondamentale rimanere a casa, i talenti digitali di Web Stars Channel suggeriranno ai loro milioni di giovani fan cosa fare in questo momento così difficile: riscoprire la famiglia, il gioco e l’inventiva tramite una serie di video e post sulle principali piattaforme, tutti caratterizzati dall’hashtag #iomidivertoacasa. L’iniziativa congiunta si legge in un comunicato, “sarà caratterizzata da un messaggio costruttivo e rassicurante per i ragazzi”. Le webstar suggeriranno loro quale film vedere, come fare fitness in casa in modo divertente o come studiare ai tempi del coronavirus. “Tutti i nostri creator aggiungeranno il tag a Save The Children nei loro contenuti che presentano l’hashtag #iomidivertoacasa e che rappresenteranno un messaggio di responsabilità individuale e collettiva di solidarietà per la salute nostra, dei nostri amici, delle persone a cui vogliamo bene, soprattutto delle persone più adulte di noi”, spiega Luca Casadei, founder di Wsc.  “La collaborazione con i creator di Web Stars Channel ha un valore particolare e ci aiuta a veicolare messaggi positivi e di solidarietà tra i ragazzi”, aggiunge Filippo Ungaro, direttore comunicazione e campagne di Save the Children. “In questo momento è ancora più importante per i bambini e gli adolescenti ritrovare il senso di comunità anche attraverso il mondo dei social media” condividendo “contenuti intelligenti, ma che possano farli sorridere”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy