Coronavirus Covid-19: Di Mauro (Sipps), il decalogo dei pediatri per giocare in casa con i bambini

Balli, canti e molta fantasia. Sono questi alcuni dei consigli proposti in un decalogo, realizzato dalla Società italiana di pediatria preventiva e sociale (Sipps) e rivolto alle famiglie per giocare con i loro bambini in questi momenti di disagio. Giochi proposti e condivisi dai genitori che hanno un valore inestimabile, sia a livello cognitivo che emotivo, spiega il presidente Giuseppe Di Mauro. Diventa allora un gioco farsi aiutare dai bambini nelle situazioni quotidiane, “ottimo sistema di apprendimento cognitivo ed emotivo”; insegnare ai bambini a vestirsi; condividere le attività di cucina come “preparare una polpetta, spremere un’arancia, tagliare una banana o un uovo sodo a pezzetti”; usare mollette e raggruppare oggetti. E ancora: fare nodi, nastri, fiocchi; giocare con la palla, palline di carta, con la corda per stimolare “il movimento armonico, la socializzazione, la consapevolezza dell’ambiente circostante”. I pediatri suggeriscono inoltre di leggere storie “drammatizzandole e costruendole” usando sfumature e cadenze diverse per i diversi personaggi,; di costruire casette, automobili e astronavi con scatole di cartone in cui sedersi per far finta di trasformarsi in piloti e astronauti. Ma anche danzare, ballare ascoltando musica con noi e cantare, singolarmente e con noi perché “ascoltare e ascoltarsi, imparare piccole canzoncine, scoprire le rime, riprodurle insieme aiuta anche a riprodurre bene i singoli suoni delle parole”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy