Coronavirus Covid-19: Commissione Ue, riserva attrezzature mediche. Lenarcic, “proteggere pazienti e operatori sanitari e prevenire i contagi”

“L’Unione europea si sta mobilitando per far arrivare più attrezzature agli Stati membri. Stiamo costituendo una scorta rescEU che consentirà di ottenere rapidamente le forniture necessarie per contrastare il coronavirus”. Il commissario per la gestione delle crisi Janez Lenarcic spiega l’iniziativa odierna dell’esecutivo comunitario. “La scorta sarà utilizzata per aiutare gli Stati membri che necessitano di attrezzature per curare i pazienti contagiati, proteggere gli operatori sanitari e rallentare la diffusione del virus. Intendiamo agire immediatamente”. Nel quadro dell’accordo di aggiudicazione congiunta, gli Stati membri stanno inoltre acquistando dispositivi di protezione individuale, ventilatori polmonari e kit per la diagnosi del coronavirus. Questo approccio coordinato, chiarisce un documento della Commissione, mette gli Stati membri “in una posizione di forza in sede di negoziato con le imprese sulla disponibilità e il prezzo dei dispositivi medici”. Dall’entrata in vigore della misura, venerdì 20 marzo, gli Stati membri che desiderano ospitare scorte rescEU potranno richiedere una sovvenzione diretta della Commissione europea. La sovvenzione diretta copre il 90% dei costi della scorta, mentre il restante 10% è a carico dello Stato membro.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy