Diocesi: mons. Schillaci (Lamezia Terme), “il pastore sa stare dietro perché ha attenzione per chi ha il passo lento”

“Oggi inizia il tuo cammino di donazione con il popolo e per il popolo”. Così il vescovo di Lamezia Terme, mons. Giuseppe Schillaci, si è rivolto a don Alessandro Baglio, durante l’omelia nel corso dell’ordinazione del giovane sacerdote avvenuta in cattedrale sabato scorso, di cui è stata data notizia oggi.
“Il pastore – ha aggiunto Schillaci – sa stare anche dietro perché guarda ed ha questa attenzione per chi ha il passo lento. Stare dietro con coloro che non contano niente: questa è la carità del pastore perché nei piccoli si incontra il Signore e questo è lo stile del pastore che non aspira a nessuna logica di potere e di possesso, ma che si lascia alimentare nella vita dal Vangelo”. “Insegna il Vangelo – ha proseguito il presule, rivolgendosi a don Baglio – perché ti alimenti del Vangelo”.
Mons. Schillaci ha esortato il nuovo sacerdote a essere “presbitero insieme agli altri presbiteri: cammina sempre con gli altri, non ti isolare mai”. E ha concluso: “In questo eccomi proviamo anche a mettere la Chiesa, la nostra Chiesa tutta che dice con Alessandro ‘eccomi’ ed in particolare tutti coloro che hanno contribuito, in un modo o nell’altro, alla formazione di Alessandro”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy