Volontariato: Csvnet-ministero dell’Istruzione, un protocollo per promuovere solidarietà e cittadinanza attiva

La promozione del volontariato, dei valori della solidarietà e della cittadinanza attiva in tutto il sistema scolastico sono al centro del protocollo d’intesa triennale siglato tra il ministero dell’Istruzione e Csvnet, la rete dei Centri di servizio per il volontariato. Secondo il primo censimento dei progetti realizzati dalla rete dei centri di servizio in tutta Italia risulta che solo nell’anno scolastico 2018-2019 i Csv hanno promosso 219 iniziative di volontariato nelle scuole, con il coinvolgimento di quasi 1.800 istituti (primari e secondari di primo e secondo grado), oltre 118 mila studenti, 4.741 insegnanti e 3.429 istituzioni non profit.
In base al protocollo i due soggetti istituiscono un tavolo di co-progettazione di azioni e campagne di comunicazione da promuovere attraverso i Csv e gli istituti scolastici di tutta Italia, oltre a favorire “lo scambio di buone prassi”. Nel dettaglio il Miur si occuperà di diffondere il protocollo fra le scuole e coinvolgerle nelle iniziative promosse dal tavolo. Lo stesso farà Csvnet con i Csv, le organizzazioni di volontariato e gli Ets di tutti i territori. “La scuola è il luogo ideale per la formazione civica di ragazze e ragazzi e l’incontro con il volontariato può essere decisivo lungo questo percorso – dice il presidente di Csvnet Stefano Tabò –. Il protocollo con il ministero, oltre a rappresentare un’importante riconoscimento istituzionale all’esperienza maturata in questi anni dai Csv, porterà nei nostri auspici a un incremento dei progetti di promozione con gli studenti e rafforzerà ancora di più il nostro impegno al fianco delle associazioni e di tutto il corpo docente delle scuole italiane”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy