Recovery fund: Garofalo (Centro La Pira), “dare priorità all’emergenza lavoro”

“Fatto l’accordo in Europa sul bilancio 2021-2027 dell’Unione europea e sul Fondo per la ripresa, si passi alla concretezza con priorità all’emergenza lavoro”. Lo afferma Francesco Garofalo, presidente del Centro studi “Giorgio La Pira” di Cassano all’Jonio. “Bene l’operato del presidente Conte – aggiunge –, ma l’estate e i prossimi mesi che vivremo sembrano tutt’altro che normali. Ed è per questo che occorre infondere fiducia e il compito più importante sarà quello di riuscire a stare nelle regole, ma sempre con lo sguardo rivolto alla povera gente, con lo slancio vitale che consente alle famiglie e alle imprese di guardare al futuro con fiducia”. Secondo Garofalo, si tratterà di giocare una “partita importante”, di “buttare il cuore oltre l’ostacolo senza tentennamenti e senza appiattirsi sulle norme”. “Le perdite che abbiamo subito (affetti, lavoro, libertà) hanno reso opache le nostre prospettive. L’occasione che ci viene dall’Europa non può essere sprecata. Questo non è il tempo delle incertezze, la nuova normalità può partire anche dalla capacità di accogliere spunti, stimoli, indicazioni da parte di tutti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy