Serbia: Smajlovic (giornalista) al Sir, “protesta duro colpo per Vucic. Ma la situazione del Covid-19 sta peggiorando nei Balcani”

“Certamente il carattere della protesta è antigovernativo perché i manifestanti reclamano che Vucic ha mentito sul Covid-19, istituendo il lockdown, ma poi ha fatto svolgere regolarmente le elezioni”: lo afferma al Sir la giornalista Ljiljana Smajlovic (nella foto), columnist della rivista “Settimana”. “Per Vucic la protesta è un colpo molto forte”, continua, spiegando che “sì, è vero, ora i contagi ritornano ma la situazione sta deteriorando non solo in Serbia, ma in tutti i Paesi dei Balcani e in tutta l’Europa”. A suo avviso, “la verità è che partecipando alle proteste la possibilità di contagiarsi aumenta, ma ciò dimostra chiaramente che in Serbia ci sono molte persone scontente”. La Smajlovic spiega come “dopo le prime due sere di proteste violente il carattere della manifestazione è radicalmente cambiato”. “Sono proteste pacifiche sotto lo slogan ‘Sediamoci’ per dimostrare il carattere non aggressivo”, racconta, illustrando che i partecipanti “vogliono distanziarsi dai provocatori e dai politici di opposizione che ispiravano gli scontri con la polizia. L’intento è di mostrare che chi vuole la democrazia la deve rispettare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy