Comunicazione: Biagio Conte, “non divulgare ciò che è diseducativo”

“Prudenza e attenzione a non trasmettere e divulgare tutto ciò che è negativo e diseducativo per la psiche, cioè la mente, per il corpo, lo spirito dei cittadini, soprattutto per i bambini, i giovani e i meno giovani”. Le chiede il missionario laico Biagio Conte, fondatore della Missione di Carità di Palermo, in un messaggio rivolto agli operatori della comunicazione,  dalla grotta in cui si è ritirato in preghiera. “Siamo bombardati e schiacciati ogni giorno da tanta cronaca negativa, violenze, uccisioni, fatti macabri, abusi sessuali. Non è giusto trasmettere tutto ciò che incita alla violenza, al male”. La preoccupazione del missionario laico deriva anche da “film pieni di violenza, di orrori, telenovele diseducative, puntate piene di oscenità e provocazioni, spettacoli che offendono la morale, cartoni animati pieni di violenze, pubblicità di sigarette, alcool, del gioco delle scommesse, delle mode che non rispettano il corpo”. “Trasmettere questo male nei canali televisivi, video, computer, telefonini e cartaceo si riversa negativamente a danno dei bambini, dei giovani e di tutti quelli che ogni giorno liberamente e ogni orario vedono e si riempiano di questa pessima e ingiusta visione e informazione”.
Da Biagio Conte un appello alle istituzioni e a tutti i responsabili dei mezzi di informazione e comunicazione: “Non autorizzate e non permettete questa mala informazione, cattivo insegnamento”. “Trasmettere tutte queste trasmissioni negative aggrava il tessuto quotidiano dei cittadini aumentando così le violenze, le dipendenze negative, nelle famiglie e in tutti gli ambienti della società”. La speranza del missionario laico è che “i mezzi di informazione e di comunicazione siano utilizzati per le buone notizie e per una sana crescita”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy