Farmaci online: Aifa, in aumento segnalazioni di prodotti contraffatti acquistati da canali non autorizzati

L’Aifa ha registrato di recente “un preoccupante incremento delle segnalazioni ricevute da cittadini, associazioni e aziende, di prodotti acquistati online da canali non autorizzati, risultati falsificati o illegali e richiama l’attenzione sui rischi legati a questo tipo di acquisti”. Lo scrive l’Agenzia in una nota, invitando ancora una volta i consumatori a “diffidare di quelle che sul web, spesso e frequentemente, vengono presentante come ‘offerte imperdibili’, raccomandando massima cautela nell’acquisto di farmaci online”.
“Un atteggiamento prudente è ancor più indispensabile alla luce dell’attuale quadro legato all’emergenza Covid-19 che potrebbe determinare, come registrato in alcuni Paesi extra europei, l’offerta online di vaccini anti Covid-19 illegali e privi di qualunque garanzia rispetto a qualità, efficacia e sicurezza e, dunque, potenzialmente molto pericolosi”, avverte l’Aifa sottolineando l’importanza di segnalare ogni caso sospetto alla stessa Agenzia e al Comando Carabinieri per la tutela della salute.
L’Aifa ribadisce infine che la regolamentazione vigente in Italia in materia di vendita online di medicinali al pubblico consente tale attività solo alle farmacie e agli esercizi commerciali parafarmacie o “corner della salute” della grande distribuzione organizzata (individuati dall’articolo 5, comma 1, del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223) limitatamente a farmaci senza obbligo di prescrizione, escludendo al momento la possibilità di vendita online di medicinali attraverso le piattaforme di e-commerce. L’acquisto di tali medicinali da parte dei consumatori italiani può, dunque, essere effettuato solo attraverso i canali autorizzati che espongano il logo comune. Per maggiori informazioni si rimanda a questo link.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy