Diocesi: mons. Muser (Bolzano-Bressanone), “tutelare la cultura della domenica e del riposo festivo”

Domenica 5 luglio viene ripristinata in Alto Adige l’apertura degli esercizi commerciali nei giorni festivi. Il vescovo di Bolzano-Bressanone, mons. Ivo Muser, ribadisce l’importanza di tutelare la cultura della domenica e del riposo festivo e non solo per i cristiani. “Abbiamo bisogno di qualcosa di più del consumo, del rumore del registratore di cassa, della frenesia e di un’operosità incessante. Sottomettere tutto il tempo al profitto e al consumo significa minare le opportunità di relazione, quelle sociali e religiose”, sottolinea il vescovo nella sua presa di posizione. Il presule invita ancora “a distinguere maggiormente tra lavori necessari e non necessari nella domenica e nei festivi” e rinnova il suo appello ai rappresentanti politici locali “ad impegnarsi con convinzione per tutelare le nostre domeniche e i giorni festivi e per una nuova regolamentazione legislativa della materia”.
“La domenica cristiana – fa notare mons. Muser – è una pausa salutare, persino terapeutica. Ci vuole ricordare la leggerezza e la serenità di quanti sanno che Dio si interessa a loro. Questa libertà per la vita è donata da Dio e rappresenta il punto forte dei cristiani. Non possiamo e non abbiamo bisogno di autolegittimarci. Lo ha già fatto Dio da tempo attraverso il suo figlio risorto Gesù Cristo. È questo che la domenica ci garantisce! È il suo giorno, e quindi il giorno che appartiene a noi uomini e donne e che ci fa bene”. E conclude: “Sottomettere i nostri tempi al profitto e al consumo davvero non ci aiuta. Da qui il mio invito: manteniamo la domenica, così che la domenica dia sostegno al nostro vivere e convivere”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy