Housing sociale: Catania, presentato il progetto “Sottosopra: abitare collaborativo” per 9 persone in emergenza

È stato presentato stamani a Catania, con il sostegno di Fondazione con il Sud, il progetto contro la povertà abitativa “Sottosopra: abitare collaborativo”. Un intervento – realizzato da Oxfam Italia in partenariato con Trame di quartiere, Diaconia valdese, Sunia Catania, Impact Hub e Comune di Catania – che offrirà a 9 persone in emergenza abitativa, selezionate da un team di esperti, la possibilità di intraprendere un percorso che assegna loro non solo una casa dignitosa, ma anche la possibilità di valorizzare le proprie capacità con l’obiettivo di sviluppare e mantenere nel tempo una propria autonomia economica e sociale. Grazie all’avvio dei lavori di recupero, l’ottocentesco Palazzo De Gaetani di via Pistone, ad oggi disabitato, in qualche mese tornerà a nuova vita. Al primo piano dimoreranno i “nuovi abitanti” del quartiere che troveranno una casa dignitosa, ma allo stesso tempo saranno impegnati in laboratori che li coinvolgeranno direttamente nella progettazione e negli allestimenti degli spazi comuni. “Una duplice sfida – spiega un comunicato – nell’ottica di un moderno housing sociale: da un lato migliorare il proprio ambiente di vita quotidiana, dall’altro, rafforzare relazioni collaborative all’interno del quartiere”. Al termine del percorso, i 9 “nuovi abitanti” che saranno stati selezionati, formati, coinvolti nelle fasi concrete del progetto, ridisegnando le proprie abilità, potranno infatti “ritenersi in grado di affittare una nuova casa con mezzi propri seppure aiutati nella ricerca e nel mantenimento di un alloggio adeguato”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy