Commissione Ue: Piano Juncker, attesi 463 miliardi di investimenti produttivi aggiuntivi. 1,7 milioni nuovi posti di lavoro entro il 2022

foto SIR/Marco Calvarese

(Bruxelles) Il Fondo europeo per gli investimenti strategici del cosiddetto “piano Juncker”, il piano di investimenti per l’Europa, dovrebbe ora generare 463 miliardi di euro di investimenti aggiuntivi nell’Ue. A febbraio, secondo dati del Consiglio di amministrazione della Banca europea per gli investimenti diffusi in una nota della Commissione, le operazioni approvate nell’ambito di quel piano hanno rappresentato 84,6 miliardi di euro di investimenti. “Oltre 1,1 milioni di startup e piccole e medie imprese dovrebbero beneficiare di un migliore accesso ai finanziamenti”, dice ancora la nota. I primi cinque Paesi classificati in ordine di investimento in percentuale del Pil sono Grecia, Estonia, Portogallo, Bulgaria e Spagna. Il contributo all’aumento del Pil di questo genere di investimenti nel 2019 è stato del + 0,9% e 1,1 milioni di nuovi posti di lavoro. Le stime dicono che entro il 2022, grazie a questo piano di investimenti, il Pil dell’Ue crescerà dell’1,8% e saranno creati 1,7 milioni di nuovi posti di lavoro.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy