Polonia: la scomparsa del vescovo ausiliare emerito di Gniezno, Bogdan Wojtus. Mons. Gadecki, “uomo di grande spirito”

È deceduto il vescovo ausiliare emerito di Gniezno, mons. Bogdan Wojtus, aveva 83 anni. A comunicarlo, il sito dei vescovi polacchi, che rende noto come il vescovo fosse stato contagiato dal Covid-19. Se n’è andato un “uomo di grande spirito, fede incrollabile e profondo amore per la Chiesa”, ha scritto il presidente dei vescovi mons. Stanisław Gądecki in una lettera di cordoglio. “Ha dedicato tutta la sua vita al servizio di Cristo come sacerdote, studente dell’Università Cattolica di Lublino, vicario, impiegato della Curia di Gniezno, docente e rettore del Seminario maggiore e dell’Istituto teologico a Gniezno, poi dell’Istituto di cultura cristiana a Bydgoszcz, e infine come vescovo ausiliare dell’arcidiocesi di Gniezno”, ricorda l’arcivescovo Gądecki. Anche questi si trova in isolamento domestico perché il 17 ottobre è risultato positivo al Covid. Fonti della Conferenza episcopale hanno notificato nei giorni scorsi che a essere positivi al Covid-19 sono anche il segretario generale della Conferenza episcopale, mons. Artur Miziński, il vescovo di Woclaw, Wiesław Merin, il vescovo ausiliare di Poznań, Szymon Stułkowski. Sarebbero in tutto 12 i vescovi polacchi risultati positivi al Covid-19 in queste ultime due settimane, secondo quanto riferito dall’agenzia stampa austriaca Kathpress.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy