Giorno della memoria: Roma, tavola rotonda sui “figli del dopo” e “la difficile eredità della memoria”

Nell’ambito delle celebrazioni per il Giorno della Memoria, il Comitato di coordinamento per le celebrazioni in ricordo della Shoah presso la Presidenza del Consiglio dei ministri e l’Unione delle Comunità ebraiche italiane organizzano la tavola rotonda “I figli del ‘dopo’”. L’incontro avrà luogo giovedì 30 gennaio 2020, alle 10, a Roma presso la sala polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei ministri. La tavola rotonda “I figli del ‘dopo’” si propone di riflettere sulla “difficile eredità che ricade sui figli e i nipoti di chi ha vissuto la Shoah, e sulla loro necessità di dover fare i conti con un trauma che, sebbene non subìto direttamente, li riguarda profondamente, e riguarda al contempo tutta la società”, spiega in una nota l’Ucei. “Di fronte alla scomparsa, giorno dopo giorno, dei testimoni diretti, i “figli e nipoti della Shoah” divengono i depositari della memoria di famiglia. E del delicato passaggio dal ricordo intimo e privato a un “fare memoria” responsabile e collettivo”. Apriranno l’incontro, con un saluto, il segretario generale della Presidenza del Consiglio dei ministri Roberto Chieppa e la presidente dell’Unione delle Comunità ebraiche italiane Noemi Di Segni. Interverranno: lo psicoanalista e direttore del Master in Didattica della Shoah dell’Università Roma Tre David Meghnagi, lo scrittore Wlodek Goldkorn, lo scrittore Marcello Kalowski, la studiosa di filosofia Raffaella Di Castro, l’editore Shulim Vogelmann.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy