Educazione: Facoltà Auxilium, dal 25 al 30 settembre a Roma un convegno per rilanciarne la missione educativa

Una riflessione sul passato e sul presente per rilanciare il futuro e nel futuro la missione educativa delle Figlie di Maria Ausiliatrice (Fma) a 150 anni dalla fondazione. È quanto rappresenta il convegno internazionale “L’apporto delle Fma all’educazione (1872-2022). Percorsi, sfide e prospettive”, organizzato dalla Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione Auxilium dal 25 al 30 settembre a Roma, presso l’Istituto Internazionale Maria Ausiliatrice e trasmesso anche in diretta streaming. L’evento, che si inserisce nel processo messo in atto per sostenere il Patto Educativo Globale promosso da Papa Francesco nel 2019, intende non solo delineare alcuni aspetti dell’apporto delle Fma all’educazione, ma anche stimolare un confronto con le sfide attuali e rafforzare la rete con altre istituzioni educative a livello internazionale.
Si inizia il 25 settembre, alle 17, con i saluti delle autorità. Lunedì 26 settembre, alle 9, la prima sessione dedicata al “Percorso storico tra dati e vissuti”, sotto la presidenza di mons. Vincenzo Zani, Segretario Congregazione per l’Educazione Cattolica. La giornata si concluderà con una serata ispirata alla Laudato si’.
Il 27 settembre, alle 9, la seconda sessione “A confronto con le sfide dell’educazione oggi”. La riflessione sul nuovo contesto globale sarà avviata da Quentin Wodon, responsabile Dipartimento educazione della Banca Mondiale, e sarà integrata dalla risonanza di autorevoli respondent tra i quali suor Alessandra Smerilli, segretario Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale. Nel pomeriggio, alle 16, l’intervento del card. Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della cultura, si soffermerà sull’immagine del “poliedro” quale metafora che interpella e stimola il confronto con alcune sfide educative contemporanee.
“Percorsi e prospettive per il futuro dell’educazione alla luce del Sistema preventivo” è il tema della sessione conclusiva (28 e 29 settembre) che prevede, tra l’altro, la presentazione di una ricerca esplorativa e una tavola rotonda incentrata su come “risignificare” la presenza educativa salesiana al fianco dei giovani. A chiudere la sessione del 28 settembre, “Mondovision”, una serata all’insegna dei giovani. La riflessione proseguirà il 29 settembre con una relazione a due voci di Luigina Mortari, pedagogista, e Alessandra Morelli, esperta di politiche umanitarie, già funzionario Unhcr. L’evento si concluderà la mattina del 30 settembre con una riflessione sull’apporto educativo e formativo che l’Istituto può offrire oggi alla società. Interverranno madre Chiara Cazzuola, superiora generale Fma e gran cancelliere della Facoltà Auxilium, e la preside Piera Ruffinatto.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy