Israele: dal 9 gennaio riaperte frontiere a stranieri vaccinati e-o guariti, provenienti da Paesi definiti ‘arancioni’ come l’Italia

Il Primo Ministro di Israele, i Ministri degli Affari Esteri, della Sanità, degli Affari interni, del Turismo e dei Trasporti hanno congiuntamente definito che a partire da domenica 9 gennaio 2022 agli stranieri vaccinati e/o guariti, (secondo la definizione del Ministero della Salute) provenienti da Paesi definiti ‘arancioni’, come di fatto è considerata l’Italia, sarà consentito l’ingresso in Israele. La procedura di ingresso, si legge in una nota odierna diramata dall’Ufficio nazionale Israeliano del Turismo Israeliano, prevede la compilazione di un modulo online per ogni singolo cittadino straniero che programma l’ingresso in Israele, un test PCR (entro le 72 ore prima dell’ingresso in Israele) o un test antigenico (entro le 24 ore prima dell’ingresso in Israele) da effettuarsi nel Paese di provenienza; esecuzione di un test PCR al momento dell’arrivo in Israele con conseguente ingresso in isolamento  per 24 ore o fino a quando non perverrà la comunicazione dell’esito negativo del test medesimo. È attualmente in via di aggiornamento e definizione l’elenco dei Paesi arancioni. Informazioni su: https://new.goisrael.com/it/

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy