Papa Francesco: rescritto sulla giurisdizione dei patriarchi cattolici orientali nella Penisola arabica

“Tenuto conto delle prerogative storiche della giurisdizione dei patriarchi cattolici orientali nella Penisola arabica, su loro espressa richiesta e in vista di un maggior bene spirituale per i loro fedeli”, il Papa ha disposto di estendere “la giurisdizione di tutti e soli i patriarchi cattolici orientali sull’intera Penisola arabica”. È la novità principale contenuta nel rescritto sulla giurisdizione dei patriarchi cattolici orientali nella Penisola arabica, diffuso oggi dalla Sala stampa della Santa Sede. “La cura pastorale dei fedeli orientali sui quali essi esercitano la giurisdizione si svolgerà in coordinamento con i vicari apostolici”, si legge nel rescritto, in cui si precisa che “salvo le prerogative dei rappresentanti pontifici, i vicari apostolici sono i rappresentanti della Chiesa cattolica presso le autorità politiche dei rispettivi Paesi e ad essi, in questo ambito, i patriarchi orientali faranno riferimento”. Stando al nuovo rescritto, inoltre, “l’eventuale erezione di nuove circoscrizioni ecclesiastiche da parte dei Sinodi delle Chiese patriarcali sui iuris sarà sottoposta alla previa autorizzazione della Sede apostolica. Tale deroga è stabilita per cinque anni, dopo i quali verrà riesaminata”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy