Università Cattolica: lunedì 28 marzo convegno internazionale a Milano su “L’hate speech nell’infosfera della comunicazione”

Lunedì 28 marzo si svolgerà a Milano all’Università il convegno internazionale “L’hate speech nell’infosfera della comunicazione”, promosso dall’Osservatorio Mediavox sull’odio online dell’Ateneo, insieme all’Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (Unar) e all’Osservatorio Antisemitismo del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea (Cdec). L’evento, a conclusione del progetto “MediaVox – Antisemitismo online”, è in collaborazione anche con il progetto europeo “Reason – REAct in the Struggle against ONline hate speech”. “Saranno illustrati i risultati di alcune ricerche sulle forme attuali del linguaggio d’odio nei social media alla luce del passato per cercare quelle linee di continuità per cui il pregiudizio di oggi, in particolare antisemita, utilizza la propaganda nazionalsocialista e fascista di ieri”, annuncia Milena Santerini, coordinatrice nazionale per la lotta contro l’antisemitismo della Presidenza del Consiglio dei Ministri e direttrice del Centro di ricerca sulle relazioni interculturali dell’Università Cattolica. “Recentemente – spiega Santerini – sono stati presi provvedimenti più severi contro la negazione della Shoah. Ma, pur considerando queste significative differenze tra la propaganda di stato di ieri e il sistema dei diritti di oggi, il quadro del discorso d’odio può essere letto anche dal punto di vista della continuità tra la propaganda nazista del passato e il pregiudizio di oggi nelle strategie linguistiche e nelle forme estetiche”. A introdurre l’incontro saranno Daniel Holtgen, rappresentante speciale del Consiglio d’Europa sui crimini d’odio antisemiti e antimusulmani, Milena Santerini e Triantafillos Loukarelis dell’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali (Unar) della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Interverrà anche Paola Pisano, già Ministra dell’Innovazione tecnologica e Consigliera del Ministro degli Esteri Di Maio. “L’antisemitismo tra vecchie e nuove forme” sarà il tema deella seconda parte del pomeriggio moderato da Agnese Canevari dell’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali (Unar) della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Seguiranno gli interventi di Milena Santerini, Betti Guetta, Stefano Gatti e Murilo Henrique Cambruzzi dell’Osservatorio Antisemitismo del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea che discutono con diversi rappresentanti del mondo dell’informazione.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy