Ue: Gentiloni (Commissione), “sostenere la crescita, mobilitare investimenti per affrontare i cambiamenti climatici”

(Bruxelles) “Le politiche economiche in Europa devono affrontare le sfide odierne, che sono palesemente diverse da quelle di un decennio fa. La stabilità resta un obiettivo essenziale, ma vi è l’altrettanto urgente necessità di sostenere la crescita e in particolare di mobilitare gli enormi investimenti che servono per affrontare i cambiamenti climatici”. Paolo Gentiloni, commissario Ue per l’economia, presenta, a nome del Collegio von der Leyen, il riesame dell’efficacia del quadro di sorveglianza economica comunitaria. “Dobbiamo inoltre elaborare politiche di bilancio più anticicliche, tenuto conto dei vincoli crescenti con cui deve confrontarsi la Bce”, afferma Gentiloni. “La complessità delle nostre regole, infine, rende più difficile spiegare ai nostri cittadini cosa dice ‘Bruxelles’ e nessuno di noi dovrebbe accettare una situazione simile. Attendo con interesse un dibattito reale su questi temi nei prossimi mesi”. Il quadro di sorveglianza economica dell’Ue “ha guidato gli Stati membri – spiega una nota della Commissione – nel conseguimento dei loro obiettivi di politica economica e di bilancio e ha contribuito a ottenere un maggiore coordinamento delle politiche economiche, a correggere gli squilibri macroeconomici e a ridurre i disavanzi pubblici e i livelli di debito. Esso ha creato le condizioni per una crescita sostenibile e per il conseguimento di una strategia dell’Unione per la crescita e l’occupazione. Ciononostante permangono alcune vulnerabilità e la crescente complessità del quadro di bilancio ne ha ostacolato l’accettazione”. L’Ue si trova inoltre “ad affrontare un contesto economico che ha subito profondi cambiamenti rispetto a quando sono state stabilite le regole”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy