Inclusione sociale: Fonte d’Ismaele e Medicina Solidale, da lunedì il campo estivo per i bambini disagiati di Roma

Prenderà il via lunedì prossimo, 14 giugno 2021, presso la sede dell’associazione Fonte d’Ismaele, in via Chiovenda snc a Roma (Tuscolana), il campo estivo “Parole sussurrate: riconoscere la voce dei bambini”, pronto ad accogliere, in un ambiente multiculturale e multietnico, tutti i bambini a partire da quelli che vivono in una condizione disagiata nella periferia della Capitale.
L’iniziativa, che terminerà il 30 giugno, è promossa dalle associazioni Fonte d’Ismaele e Medicina Solidale, in collaborazione con l’Elemosineria apostolica. Si tratta della terza esperienza insieme, dopo quella positiva dell’estate 2019 e 2020, che quest’anno assume una valenza particolarmente importante vista la situazione causata dalla pandemia.
Previsti oltre 30 bambini che verranno accolti da 10 animatori, tutti giovani volontari. La partecipazione è del tutto gratuita. Previsti non solo giochi, ma anche attività ludiche e creative con laboratori di pittura e di disegno. Il tutto nel pieno rispetto delle norme sanitarie e delle linee guida governative e regionali sui centri estivi: triage all’accoglienza, piccoli gruppi, distanziamento sociale. A questa attività, grazie ai medici volontari di Medicina Solidale, verrà anche garantita una sorveglianza sanitaria e consulenze pediatriche, sempre tutto gratuitamente.
“Questa sarà l’estate della ripartenza – sottolinea Lucia Ercoli, direttrice di Medicina Solidale – per la città e per tutto il Paese, noi abbiamo scelto di ripartire di più piccoli e fragili. Solo in questo modo potremo parlare di un nuovo rinascimento culturale e solidale post pandemia”.
“Saremo molto contenti – aggiunge Ercoli – se i candidati sindaco si ricordassero dei più piccoli che spesso sopravvivono nella nostra città in situazioni di grave disagio ed indigenza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy