Diocesi: Bologna, domani s’inaugura il Museo Olinto Marella

Domani, sabato 12 giugno, alle ore 15, sarà inaugurato il Museo Olinto Marella, in viale della Fiera 7, a Bologna.
In quel luogo, ricorda una nota, “padre Marella ha dato compimento al primo progetto della Città dei Ragazzi per dedicarsi agli ultimi e ai piccoli senza speranza. Il professore e sacerdote Olinto Marella aveva trasformato la casupola della nettezza urbana in una chiesa: la cattedrale dei poveri, dove oggi sorge il Museo Olinto Marella che vuole restituire alla memoria e al futuro un tassello importante della coscienza critica della città”.
Il Museo è stato curato e progettato da Claudia D’Eramo che si è avvalsa per gli allestimenti multimediali dello studio auroraMeccanica di Torino, per raccontare la straordinarietà del pensiero e della vita di Marella secondo le più moderne tecniche museali immersive.
Per seguire lo spirito di Olinto Marella, che ha dedicato tutta la sua vita a ricercare i talenti dei suoi piccoli, investendo sui giovani e sulle caratteristiche di ciascuno, ad animare gli spazi museali ci sono opere di giovani artisti che attraverso la fotografia, il documentario, l’illustrazione animata e la scultura integrata con il videomapping riportano al presente l’incredibile avventura di Padre Marella.
Il Museo ospita quattro piccoli ambienti il cui allestimento multimediale è stato possibile grazie a un importante contributo della Fondazione Carisbo e grazie all’impegno dell’arcidiocesi di Bologna.
In occasione dell’inaugurazione del Museo sarà lanciata anche una campagna di crowdfunding – “Ripartire insieme” – in ricordo di padre Gabriele Digani, successore di padre Marella recentemente scomparso, per proseguire l’impegno educativo finalizzato all’autonomia e alla responsabilità così come voluto dal fondatore cui è dedicato il Museo. La campagna è già attiva sul sito dedicato insieme.operapadremarella.it.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy