Scarp de’ tenis: nel nuovo numero “Lavoro non schiavitù. I raccolti della vergogna”. E un’intervista con don Alberto, prete social

“Lavoro non schiavitù. I raccolti della vergogna”. La copertina del nuovo numero di Scarp de’ tenis (agosto-settembre), che sarà in vendita dal prossimo fine settimana, è dedicata alle storie che arrivano da tutta Italia e dai presidi Caritas che lavorano ogni giorno a fianco dei migranti nelle campagne italiane.
All’interno del giornale promosso dalla Caritas si racconta dell’attore Giacomo Poretti che, recitando sull’Apecar, reinventa il teatro.
Nel numero della rivista di strada figurano inoltre l’intervista a don Alberto Ravagnani, il sacerdote diventato star dei social (“Serve una svolta missionaria della Chiesa in occidente e questa passa inevitabilmente attraverso i social, perché influenzano la vita di milioni di persone”), la crisi che sta vivendo una delle strade più famose d’Italia, la via dei Pastori di San Gregorio Armeno a Napoli, la storia di Joseph Perfection, ex calciatore della Roma Primavera morto solo a 21 anni, “costretto a lasciare un mondo, quello del calcio, troppo spesso senza scrupoli”. Tra le pagine di Scarp appaiono quindi i contributi degli editorialisti Schiavi, Lambruschi, Colaprico, Terruzzi, Corlazzoli.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy