This content is available in English

Covid e inverno demografico: Bassi (Fafce) scrive al premier Conte. “Puntare con decisione sulla gioiosa responsabilità generativa delle nostre comunità”

(Bruxelles) Nella lettera inviata da Fafce al premier italiano Conte, si legge ancora che l’investimento dei fondi europei finalizzati alle politiche demografiche e di formazione di capitale umano, derivanti da Next Generation Eu, sarebbe una decisione con “un grande impatto sulla vita delle famiglie e sul futuro sviluppo delle nostre comunità, rendendo così il fondo Next Generation Eu uno strumento effettivo di rigenerazione economica e sociale, per il Paese e per tutta la nostra Europa”. Il presidente di Fafce, Vincenzo Bassi, conclude: “a ben vedere, infatti, occorre solo avere il coraggio di superare una contraddizione evidente: perché la realizzazione di nuove infrastrutture è considerata, giustamente, un investimento essenziale allo sviluppo sostenibile, mentre non andrebbe parimenti ritenuto investimento il rafforzamento delle nostre reti comunitarie partendo da politiche demografiche e familiari?”. “E allora, le famiglie europee riunite nella Fafce chiedono a lei e ai suoi colleghi solo il realismo di chi sa bene, che la nostra Europa ha bisogno, oggi più che mai, di future generazioni e quindi di politiche demografiche, tutto ciò per essere ricordati come quelli che hanno affrontato la responsabilità del futuro, puntando, con speranza e decisione, sulla gioiosa responsabilità generativa delle nostre comunità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy