Papa Francesco: Angelus, no all’immobilismo perché “il mondo ha bisogno di cristiani che si lasciano smuovere”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

“La vita cristiana richiede dinamismo e richiede disponibilità a camminare, lasciandosi guidare dallo Spirito Santo”. Lo ha detto il Papa, durante l’Angelus di ieri, in cui ha ribadito che “l’immobilismo non si addice alla testimonianza cristiana e alla missione della Chiesa”. “Il mondo ha bisogno di cristiani che si lasciano smuovere, che non si stancano di camminare per le strade della vita, per recare a tutti la consolante parola di Gesù”, l’invito: “Ogni battezzato ha ricevuto la vocazione all’annuncio – annunciare qualcosa, annunciare Gesù -, la vocazione alla missione evangelizzatrice: annunciare Gesù!”. “Le parrocchie e le diverse comunità ecclesiali sono chiamate a favorire l’impegno di giovani, famiglie e anziani, affinché tutti possano fare un’esperienza cristiana, vivendo da protagonisti la vita e la missione della Chiesa”, la tesi di Francesco, che si è soffermato su un requisito essenziale per il cristiano: lo stupore. “La capacità di stupirsi delle cose che ci circondano favorisce l’esperienza religiosa e rende fecondo l’incontro con il Signore”, ha  spiegato il Papa: “Al contrario, l’incapacità di stupirci rende indifferenti e allarga le distanze tra il cammino di fede e la vita di ogni giorno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy