Mafia: Bari, la Curia condanna la “presunta manifestazione religiosa” non autorizzata

“Avendo ricevuto notizia che un religioso, in modo improvvido, si è reso presente presso i promotori della manifestazione, la Curia arcivescovile, d’intesa col superiore religioso, condanna l’episodio che turba gravemente la coscienza civile e religiosa di tutti”. Lo scrive la l’arcidiocesi di Bari in un comunicato, in riferimento all’iniziativa di alcuni cittadini che negli ultimi giorni, a Bari nel quartiere Libertà, hanno promosso “una presunta manifestazione religiosa”. “Un’iniziativa non autorizzata dall’autorità ecclesiastica” che “è stata vietata dal sindaco della città”, Antonio Decaro, perché sembra sia promossa da una famiglia vicina a uno dei clan mafiosi locali.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy