Polonia: Jasna Gora e Czestochowa, celebrazioni in preparazione alla Quaresima. Don Grzesiak, “giovani cercano il modo per avvicinarsi a Dio”

Quaranta ore di preghiera ininterrotta a carattere risarcitorio per le offese al Santissimo, i peccati contro la vita, il sangue versato in tutto il mondo, le guerre e il terrorismo nel santuario mariano di Jasna Gora tradizionalmente introducono le celebrazioni del mercoledì delle Ceneri. Fra le intenzioni di quest’anno ci sarà anche la preghiera per la preparazione alla beatificazione del primate di Polonia card. Stefan Wyszynski. La celebrazione di Jasna Gora, che risale all’anno 1539, si conclude con i vespri di oggi, martedì, nel tardo pomeriggio. Il mercoledì delle Ceneri, invece, sempre a Czestochowa gli studenti lanciano la Staffetta di Quaresima dichiarando anche un solo giorno di digiuno con acqua e pane e offrendo il sacrificio per un’altra persona. “I giovani cercano il modo per avvicinarsi a Dio e offrirgli qualcosa ma al contempo cercano di esercitarsi e di disciplinare se stessi”, osserva il promotore della Staffetta don Rafal Grzesiak, responsabile per la pastorale giovanile a Czestochowa. Un’altra tradizione legata al periodo della Quaresima, sono le visite nelle chiese stanziali di Varsavia. Da cinque anni, nel periodo quaresimale, ogni giorno una delle chiese è indicata come luogo di pellegrinaggio volto alla preparazione al mistero Pasquale.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy