Sinodo Germania: a Francoforte si discute del “potere nella Chiesa”

(Francoforte) Sono entrati nel vivo del confronto sui temi i lavori del cammino sinodale della Chiesa cattolica tedesca. In assemblea a Francoforte è stato presentato nel pomeriggio il primo dei quattro ambiti nei quali, per i prossimi due anni, si rifletterà, discuterà e si avanzeranno proposte di cambiamento in concreto. Quattro gruppi, i “forum”, ciascuno di una trentina di membri dell’assemblea, prepareranno infatti i documenti di lavoro per la prossima sessione assembleare (a settembre). La questione del “potere nella Chiesa” è stato il tema illustrato oggi: “Le strutture devono servire all’evangelizzazione non al controllo” ha detto il vescovo di Speyer Karl-Heinz Wiesemann, introducendo il confronto. La riflessione dovrà considerare come il potere emerga “nella retorica e nella semantica”, nella dimensione “estetica e liturgica”, ma anche nelle strutture, ha articolato Claudia Lücking-Michel (ZdK). La questione della presenza, partecipazione, corresponsabilità delle donne nella Chiesa è emersa con forza, così come la sfida di tenere insieme “tradizione” e “rinnovamento”. Dalla “base”, singoli credenti o gruppi di fedeli hanno inviato alla segreteria del cammino sinodale già 6000 contributi su questo tema. Oggi in assemblea è stato anche definito il regolamento dei lavori: tutti i dibattiti saranno aperti; perché siano approvate le mozioni in assemblea ci dovrà essere il consenso dei due terzi dell’assemblea ma anche dei due terzi delle donne presenti (66 in tutto); potranno essere avanzate alla discussione anche proposte non in linea con il magistero, alcuni degli elementi che emergono nel regolamento.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy