Elezioni: mons. Miglio, “lottare contro astensionismo e menefreghismo”

“Lottare contro l’astensionismo”: è “il passo c0ncreto” da compiere, in questo periodo pre-elettorale. Ne è convinto mons. Arrigo Miglio, vescovo emerito di Cagliari, che oggi pomeriggio, insieme ad altri 19 cardinali, riceverà la porpora cardinalizia da Papa Francesco, nell’ottavo Concistoro del pontificato. Conversando con i giornalisti durante un incontro organizzato in sala stampa vaticana con alcuni dei nuovi porporati, Miglio non si è sottratto alle domande sulla politica. “Dobbiamo motivare le persone ad andare a votare, aiutarle a vincere la tentazione del menefreghismo”, ha affermato, spiegando che il compito della Chiesa non è quello di intervenire direttamente nella campagna elettorale, ma di “evidenziare le motivazioni per cui la gente sia convinta a partecipare al voto”. “Dobbiamo soffermarci sui temi di fondo che permettono di costruire un’agenda politica e motivare la partecipazione”, ha spiegato, precisando che non si tratta affatto di “un passo indietro”, ma di “fare chiarezza su cosa si intenda per bene comune: tutti ne parlano, ed è già qualcosa, ma bisogna vedere i contenuti, quali scelte concrete si fanno. L’accoglienza degli immigrati, ad esempio, è bene comune? Direi che ci sono buoni motivi per rispondere di sì”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy