Coronavirus Covid-19: mons. Piazza (Sessa Aurunca e Alife-Caiazzo), aumento contagi chiede “a ciascuno impegno e nuova responsabilità”

“Sembrava che tutto fosse passato”, ma l’esponenziale aumento dei casi di contagio da Covid-19 genera l’urgente riflessione sulle mancanze dei mesi passati e l’atteggiamento di “rinnovato impegno e nuova responsabilità” da assumere in “questo delicato momento che ci aspetta”. È quanto invita a fare il vescovo Orazio Francesco Piazza in un videomessaggio alle comunità diocesane di Sessa Aurunca e di Alife-Caiazzo. “Non è il tempo di andare a cercare in noi le superficialità che in passato hanno creato situazioni problematiche; siamo chiamati invece ad affrontare senza ansia questo momento con rinnovata voglia di dare positività al nostro impegno, in quella carità personale e sociale di cui abbiamo a lungo parlato durante il lockdowm…”. Il messaggio del vescovo esce all’indomani della decisione della Regione Campania a mettere in campo misure di contenimento del Covid-19 più strette per il dilagare sproporzionato dei casi positivi con la chiusura ad orario di bar e ristoranti e il ritorno della didattica a distanza fino al 30 ottobre. Non sono al di fuori dei rischi i residenti nei territorio delle diocesi di Sessa Aurunca, di cui mons. Piazza è vescovo titolare, e quella di Alife-Caiazzo, di cui è amministratore apostolico, dove le Asl di competenza registrano quotidianamente nuovi e inaspettati casi di positività. “Siamo chiamati a mettercela tutta con lucidità, con determinazione, senza panico né tanto meno farsi prendere dalla sfiducia. Ma nel contempo siamo chiamati però a saper valutare bene la personale e comune responsabilità nel dover tutelare la salute di chi è più debole e più fragile”, spiega nel video il vescovo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy