Elezioni regionali: Rossini (Acli), “c’è un nuovo bipolarismo”

“La tornata elettorale in Emilia Romagna e Calabria conferma che i candidati vanno molto bene quando hanno un forte legame con il territorio”. Così il presidente nazionale delle Acli, Roberto Rossini, ha commentato la tornata elettorale di ieri. “In particolare in Emilia Romagna, dove si è registrata un’incoraggiante percentuale di votanti, è stato premiato il buon governo del Presidente Bonaccini a riprova del fatto che quando ci sono dei risultati concreti è difficile che una campagna elettorale dai toni radicali, come quella condotta da Salvini, riesca a fare breccia nell’elettorato. Il voto regionale ridisegna il quadro politico del marzo 2018. I Cinque Stelle crollano sia in Emilia Romagna che in Calabria; il Pd è primo partito in entrambe le regioni; in Calabria le forze moderate hanno contribuito alla vittoria della Santelli”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy