Conferenza sul futuro dell’Europa: Commissione Ue, “forum aperto e inclusivo per rafforzare il legame tra gli europei e le istituzioni che li servono”

(Bruxelles) “I tempi sono maturi per una nuova spinta per la democrazia europea”. Ne è convinta Ursula von der Leyen, presidente della Commissione Ue, che sta lavorando, assieme al Collegio dei commissari, a definire il documento “Shaping the Conference on the Future of Europe” da rendere noto il 22 gennaio. “In un mondo sempre più multipolare, molti europei sono preoccupati per le disuguaglianze e per come i cambiamenti climatici o tecnologici avranno un impatto sulla loro vita. Insieme, dobbiamo trovare le risposte a queste domande”. Nel fare ciò, dobbiamo fare affidamento sulla forza e sull’unità “che consentono all’Europa di essere più assertiva e di promuovere i suoi valori e i suoi standard nel mondo”. Quale importante esercizio democratico paneuropeo, la Conferenza dovrebbe costituire, nelle intenzioni della Commissione, “un nuovo forum pubblico per un dibattito aperto, inclusivo, trasparente e strutturato con i cittadini su una serie di priorità e sfide chiave”. Sarà un forum “dal basso verso l’alto, accessibile a tutti i cittadini, di ogni estrazione sociale e da tutti gli angoli dell’Unione”. Sarà aperto alla società civile, alle istituzioni europee e ad altri organismi europei, tra cui il Comitato delle regioni, il Comitato economico e sociale europeo, nonché le autorità nazionali e regionali, i parlamenti e le altre parti interessate. “In definitiva, si tratta di rafforzare il legame tra gli europei e le istituzioni che li servono”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy