Afghanistan: Unicef, “10 milioni di bambini hanno bisogno di assistenza umanitaria”. Appello ai Talebani, “rispettare i diritti”

La metà della popolazione – più di 18 milioni di persone, tra cui quasi 10 milioni di bambini – ha bisogno di assistenza umanitaria in Afghanistan. Lo ricorda oggi l’Unicef chiedendo per loro “tutte le garanzie di sicurezza”. “Ogni singolo giorno che passa, l’acutizzarsi del conflitto in Afghanistan impone un tributo maggiore alle donne e ai bambini del Paese – dice il capo delle operazioni sul campo e dell’emergenza dell’Unicef Mustapha Ben Messaoud -. Infatti, dall’inizio dell’anno, più di 550 bambini sono stati uccisi, 1.400 feriti”. “L’Afghanistan è stato, per molti anni, uno dei posti peggiori sulla terra per essere un bambino – prosegue -. Nelle ultime settimane la situazione è peggiorata”. La previsione dell’Unicef è che, senza un’azione urgente, 1 milione di bambini sotto i 5 anni sarà gravemente malnutrito entro la fine del 2021 e 3 milioni soffriranno di malnutrizione acuta moderata. L’Unicef è sempre più preoccupato per “l’aumento delle gravi violazioni, in particolare il reclutamento di bambini da parte dei gruppi armati” ed esorta ancora una volta i Talebani e tutte le altre parti “a rispettare i loro obblighi, secondo il diritto umanitario internazionale e il diritto internazionale dei diritti umani, e a proteggere la vita e i diritti di tutte le persone, compresi quelli delle donne e delle ragazze”. “Continuare questo lavoro, e il nostro sostegno alle donne e ai bambini dell’Afghanistan, è importante come sempre – conclude -. Le violazioni devono finire, i diritti delle ragazze duramente conquistati, compreso l’accesso all’istruzione, devono essere protetti e il sostegno umanitario deve essere fornito ai milioni di bambini che ne hanno bisogno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy