Morto don Baldassare Meli: don Di Noto (Meter), “appassionato di Dio nell’amore e nella difesa dei piccoli”

“Don Baldassare Meli non c’è più. Oggi è in Paradiso. Dorme il sonno della pace. Tanti ricordi, numerosi gli impegni comuni…. per i piccoli, i bambini e i giovani contro la pedofilia, la pedopornografia, contro gli uomini mascherati (così li chiamavano i bambini che subivano molestie e abusi)”. Inizia così la lettera con la quale don Fortunato Di Noto, fondatore e presidente di Meter onlus, ricorda il sacerdote salesiano e parroco di Santa Lucia a Castelvetrano (Mazara del Vallo) morto questa mattina all’alba a causa di un tumore diagnosticato poco più di sei mesi fa e che non gli ha dato scampo. lndimenticabile l’impegno di don Meli per i ragazzi e i bambini del quartiere: nota alle cronache l’operazione antipedofilia effettuata a seguito dei suoi incontri e dialoghi con i bambini che frequentavano l’oratorio.
“Appassionato della profezia e della denuncia evangelica – prosegue don di Noto -, ci accomunava e ci appassionava quell’abbaiare quando tutto intorno taceva nell’indifferenza che è humus per chi schiacciava e abusava dei piccoli”. Di Noto ricorda gli incontri riservati avuti con il sacerdote, la preghiera e il sostegno reciproco nell’impegno a difesa dei più vulnerabili: “Sei stato un prete appassionato di Dio amando i prediletti del Signore: i piccoli e quando uno ama… ha e compie tutto”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy