Azione Cattolica: il 4 ottobre si apre il decennale di Casa San Girolamo a Spello, nel ricordo di Carlo Carretto

Spello: Casa San Girolamo e, sotto, un'immagine di Carlo Carretto (foto Isacem)

Il 10 ottobre 2010 la presidenza nazionale di Azione cattolica ha aperto le porte di Casa San Girolamo a Spello (Perugia), nel convento dove per tanti anni ha vissuto Carlo Carretto e che ne custodisce la tomba. Da allora l’antico monastero è divenuto “polmone spirituale” dell’associazione. A dieci anni da quell’evento, il prossimo 4 ottobre si terrà un evento che aprirà le celebrazioni per il decennale. “La presidenza nazionale ha il desiderio grande di dedicare un intero anno per rileggere e, soprattutto, rilanciare la proposta di Spello. Un tempo per dirci quanto bene ha fatto e quanto ancora ne farà. Un tempo per riscoprirlo nuovamente come luogo in cui vivere un’autentica spiritualità laicale”, si legge in una nota dell’Ac.
Esercizi spirituali, fine settimana per coppie di fidanzati e di sposi, weekend sul rapporto fra spiritualità e arte, incontri di formazione alla politica, “Le conversazioni di Spello”: sono alcune delle proposte che in questi anni si sono succedute nel suggestivo convento nel cuore dell’Umbria. Fino al 4 ottobre, non ci saranno eventi organizzati a causa dell’emergenza sanitaria. “Certamente ci sarà qualcuno che si prenderà cura della casa e soprattutto qualcun’altro che passerà da fratel Carlo e gli affiderà le nostre preghiere più coraggiose. Siamo certi che il chiostro di San Girolamo continuerà a far battere il cuore di molti… dopotutto fratel Carlo e la sua profezia, come seme fecondo piantato in quella terra benedetta, rimarranno sempre una provocazione per tutti noi”, concludono dalla presidenza nazionale di Ac.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy