Università: Crui, Ferruccio Resta è il nuovo presidente. “Aumento e diversificazione dell’investimento”

L’assemblea dei rettori ha eletto Ferruccio Resta, 51 anni, rettore del Politecnico di Milano, presidente della Conferenza dei rettori delle università italiane (Crui). “In un momento di forte criticità e di grandi trasformazioni, l’università, e con essa la conoscenza e la formazione, non possono che avere un ruolo centrale all’interno della società civile e del contesto decisionale pubblico. Al sistema universitario, così come alle istituzioni politiche, è richiesta una maggiore dose di responsabilità – ha commentato Resta –. Ritengo quindi che, al fianco agli organi di governo, ci sia spazio per una Crui unita e determinata a ricoprire un ruolo di indirizzo. È questo il momento di ribadire un’unità di intenti, di fissare obiettivi ambiziosi e condivisi”. Nel suo intervento programmatico, Resta ha elencato una serie di priorità che vanno da “un aumento e da una diversificazione dell’investimento in formazione e ricerca” alla “crescita nel posizionamento internazionale”; dalla “semplificazione del carico normativo” all’”attrattività e alla qualità del reclutamento in ingresso”. Ferruccio Resta, ingegnere, insegna Meccanica applicata alle macchine ed è rettore del Politecnico di Milano dal 2017. Dal 2018 è stato segretario generale della Crui. Nel 2019, gli è stata conferita dal presidente della Repubblica l’onorificenza di Commendatore della Repubblica Italiana. È autore di più di 240 pubblicazioni scientifiche e titolare di 7 brevetti internazionali. Svolge attività di ricerca numerico-sperimentale nei campi della dinamica delle macchine, dell’automazione industriale e della robotica.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy