This content is available in English

Economia: Gentiloni (Commissione Ue), bene la Polonia. Frenata per Germania, Italia e Francia

(Bruxelles), La crescita economica modesta per i prossimi due anni, che emerge dalle Previsioni economiche rese note oggi da Paolo Gentiloni, commissario europeo per l’economia, si accompagna però a buone notizie sul fronte dell’occupazione e a una leggera ripresa dell’inflazione, segno che i redditi familiari e i consumi privati tengono un discreto ritmo. “Abbiamo anche assistito – dice Gentiloni – a sviluppi incoraggianti in termini di ridotte tensioni commerciali”, mentre si è smorzato il rischio di un Brexit senza accordi. “Ma affrontiamo ancora una significativa incertezza politica, che getta un’ombra sulla produzione. Per quanto riguarda il coronavirus, è troppo presto – aggiunge – per valutare l’entità del suo impatto economico negativo”. Gentiloni spiega poi che diversi Paesi dell’Europa centro-orientale “cresceranno di più dei grandi Paesi della zona euro”. L’economia tedesca rallenta (debole export, soprattutto del settore auto), mentre crescono salari e investimenti pubblici che daranno effetti positivi nel medio periodo. In Francia “si evidenzia una crescita pesantemente rallentata”, soprattutto a causa dei lunghi mesi di scioperi. Per quanto riguarda l’Italia, crescita rallentata; la lentissima ripresa si misurerà nel corso di quest’anno e del prossimo. Bene l’economia polacca, attorno al 4%.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy