Coronavirus Covid-19: card. Tong (Hong Kong), “messe sospese per due settimane”. “Sono giorni cruciali per ‘sopprimere’ l’epidemia”

Sospensione per le prossime due settimane di tutte le messe pubbliche, domenicali e feriali, compresa la messa del mercoledì delle ceneri che dà inizio al periodo quaresimale. È la decisione presa dal card. John Tong, amministratore apostolico di Hong Kong, e personalmente comunicata a tutta la diocesi in una lettera pastorale diffusa oggi in cui spiega la motivazione: contenere al massimo il rischio di contagio. “Cari fratelli e sorelle in Cristo, la pace sia con voi! Le prossime due le settimane saranno cruciali per ‘sopprimere’ l’epidemia”, scrive il card. Tong. “Per evitare raduni di persone, la diocesi ha deciso di sospendere dal 15 al 28 febbraio tutte le messe pubbliche domenicali e nei giorni feriali per due settimane, compresa la liturgia del mercoledì delle ceneri”. “Alcuni membri della Chiesa possono essere delusi”, scrive ancora porporato. “Tuttavia, spero che tutti possano comprendere che non è stata una decisione facile. In questo momento difficile, nessuno deve farsi prendere dal panico. Dobbiamo radicare la nostra fiducia in Dio e mettere in atto il nostro amore cristiano per i nostri vicini e tutte le persone”.

La diocesi di Hong Kong è in stretto contatto con équipe mediche ed esperti. Nei giorni scorsi, un gruppo di medici aveva spiegato ai parroci e ai membri dei consigli pastorali in una conferenza trasmessa via web quali precauzioni prendere e come metterle in atto. La diocesi inoltre aveva deciso – per evitare il più possibile assembramenti di persone in luoghi chiusi – di concedere ai fedeli cattolici una dispensa dall’obbligo della messa domenicale offrendo via webcast la possibilità di seguire la celebrazione. Nella lettera pastorale di ieri, il cardinale invita di nuovo i fedeli cattolici a partecipare alla messa on line, ricevere la Santa Comunione spiritualmente, meditare le Scritture o recitare il Rosario. E aggiunge: “A casa possiamo preoccuparci di più della salute della nostra famiglia, in particolare degli anziani e dei bambini. Nella comunità, possiamo aiutarci a vicenda, condividere materiali anti-epidemici, vivere le virtù evangeliche di fede, speranza e carità e pregare gli uni per gli altri. Cari fratelli e sorelle, attraverso l’intercessione della Beata Madre Maria, possa il Signore ascoltare le nostre preghiere affinché l’epidemia scompaia presto e ci conceda buona salute e benessere! Dio vi benedica!”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy