Salute e società: Mcl Toscana, “le gravi difficoltà del volontariato non si risolvono con le buone parole”

“Le associazioni del volontariato, impegnate in servizi essenziali come l’emergenza-urgenza, il trasporto sanitario e quello sociale segnalano da tempo le gravi difficoltà create dall’aumento vertiginoso di tutta una serie di voci, dal carburante alla energia elettrica, che incidono pesantemente sui loro bilanci”. Lo denuncia oggi la Presidenza regionale toscana di Mcl. “Fino ad ora in risposta sono arrivate soprattutto buone parole e qualche disponibilità ancora generica: Governo, sia pure dimissionario, Regione, enti locali non possono sottovalutare i rischi conseguenti anche solo ad una diminuzione di servizi dei quali i cittadini hanno bisogno e che, non va dimenticato, suppliscono spesso alle carenze o addirittura alle omissioni del sistema sanitario nazionale e regionale e delle politiche sociali”, sottolinea Mcl Toscana.
“La campagna elettorale è una delle occasioni per i candidati e per le forze politiche per dire con chiarezza e con impegni precisi se e come intendono sostenere e rafforzare il volontariato e riconoscere nei fatti e con i fatti il suo ruolo fondamentale in una società meno arida, più sensibile ai valori della solidarietà, più attenta si bisogni dei cittadini e in particolare degli anziani e dei malati”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy