Mercoledì 16 Aprile 2014 
SIR - Servizio Informazione Religiosa
SIR - Religious Information Service
La Chiesa per la scuola
DOSSIER SIR /
Chiesa e scuola: futuro da vivere insieme
Approfondimenti, buone pratiche, news...
14/04/2014
BUONE PRATICHE /
L'esperienza al Bambino Gesù di Roma e Palidoro
I bambini scolari costretti in ospedale
02/04/2014
di Paola Scarsi
BUONE PRATICHE /
A Nola il Festival dei diritti dei ragazzi
La marcia
10/04/2014
di Gigliola Alfaro
BUONE PRATICHE /
La Settimana dell'Educazione di Trapani
La lumaca, metafora del sorpasso degli esclusi
09/04/2014
introduzione
di Gigliola Alfaro
BUONE PRATICHE /
La scuola professionale nel Trevigiano
Territorio & innovazione
05/04/2014
introduzione
di Alessandra Cecchin
Le omelie del Papa a Santa Marta (Fonte: Radiovaticana.va)
Quotidiano
Italiano
English
Mediacenter
Agensir.eu - Il sito d'informazione europea
Europe [FREE]

N. 29 del 16 aprile 2014

N. 29, April 16, 2014
Mercoledì 16 aprile 2014
EDITORIALE
La responsabilità dei cristiani per il futuro dell'Europa nel pensiero di Romano Guardini
Paolo Bustaffa
-
Mercoledì 16 aprile 2014
SPAGNA
La Caritas interparrocchiale è impegnata a portare aiuto a migranti e indigenti
-
Mercoledì 16 aprile 2014
SVEZIA
La vicenda di Ulf Ekman che è stato uno dei leader evangelici più influenti in Scandinavia
-
Mercoledì 16 aprile 2014
POLONIA
L'economista Gruchman: i finanziamenti europei sostengono la crescita
-
Mercoledì 16 aprile 2014
EDITORIAL
Christians' responsibility for the future of Europe in the thoughts of Romano Guardini
Paolo Bustaffa
-
Mercoledì 16 aprile 2014
SPAIN
Inter-parish Caritas helps migrants and indigent persons
-
Mercoledì 16 aprile 2014
SWEDEN
The story of Ulf Ekman, one of Scandinavia's most influential evangelical leaders
-
Mercoledì 16 aprile 2014
POLAND
Economist Gruchman: European grants support growth
-
Le omelie del Papa a Santa Marta (Fonte: Radiovaticana.va)
Mercoledì 16 aprile 2014
POCHI PERMESSI AI PALESTINESI
-
Prima Pagina [FREE]
Mercoledì 16 aprile 2014
CENTO ANNI DELLA GRANDE GUERRA
Il Parlamento europeo ha commemorato oggi nella sede di Strasburgo - durante l'ultima sessione plenaria alla vigilia del suo scioglimento e del voto di maggio - la prima guerra mondiale. Tre attualissimi ''insegnamenti'': salvaguardare la pace come bene non negoziabile, rispetto del diritto internazionale e dello stato di diritto, coltivare la responsabilità e la solidarietà
Sarajevo, Strasburgo, Kiev. Passa simbolicamente da queste tre città il pesante fardello dei conflitti che hanno sconvolto la prima metà del Novecento europeo e mondiale, e a queste tre città ritorna, a cento anni dalla “Grande guerra”, per riflettere su quella pesante eredità e sugli insegnamenti da trarne
Gideon F. De Wit
-
Mercoledì 16 aprile 2014
UCRAINA IN BILICO
Il vicerettore dell'Università Cattolica di Leopoli, Myroslav Marynovych, non fa sconti e spiega la strategia russa: "Non è la guerra in stile Hitler con truppe schierate che entrano in un Paese. Le truppe vengono fatte entrare in maniera segreta nel Paese e le fanno lavorare dal di dentro. Queste persone stanno organizzando vere e proprie operazioni facendo credere che sono opera degli ucraini"
Le notizie che giungono dall’Ucraina parlano di un clima di tensione sempre più alto con l’avvio da parte del governo di Kiev dell’operazione “antiterrorismo” a Nord della regione di Donetsk, Ucraina orientale, dove i filorussi hanno occupato numerosi edifici pubblici in una decina di città. Si contano già le prime vittime.
Maria Chiara Biagioni
-
Mercoledì 16 aprile 2014
3/GIOVANI, PERIFERIA ESISTENZIALE
Ventisette anni, cattolico di rito armeno, Tarzian Vrej sperimenta ogni giorno sulla sua pelle cosa significa vivere in una città assediata della Siria. È impegnato con i giovani della sua parrocchia, la Santissima Trinità. Con la fidanzata anima un gruppo di 65 giovani. Confessa: ''Continuare a sognare un futuro, oggi in Siria, è il primo passo per ricostruirla, e io ce la metterò tutta''
Si alza tutte le mattine molto presto per aprire il suo negozio, situato nella zona centrale di Aleppo, in un quartiere a maggioranza cristiana, con la speranza di poter guadagnare il necessario per vivere. Aleppo, detta la “città grigia”, per via del caratteristico colore delle case costruite con roccia calcarea, martoriata metropoli siriana.
Daniele Rocchi
-
Mercoledì 16 aprile 2014
ROMA/FONDAZIONE DON GNOCCHI
Fervono i preparativi per accogliere Papa Francesco che qui celebrerà la Cena del Signore e il rito della lavanda dei piedi ai sofferenti. Il presidente don Angelo Bazzani: ''Una tenera carezza del Papa al mondo della sofferenza e un gesto di evangelica misericordia che aiuta a ricordare come il grado di civiltà di una società va misurato sulla sua capacità di camminare con il ritmo degli ultimi''
Ancora una volta Papa Francesco celebrerà la Cena del Signore e il rito della lavanda dei piedi in una periferia esistenziale. L’anno scorso nell’istituto penale per minori di Casal del Marmo, quest’anno ha scelto la Fondazione Don Gnocchi. Ci siamo andati, alla periferia di Roma, per vedere e raccontare il Centro “Santa Maria della Provvidenza”.
Fabio Mandato
-
Mercoledì 16 aprile 2014
CON L'APP ''IBREVIARY''
Don Paolo Padrini è l'ideatore del progetto "iBreviary" con milioni di utenti: "Perché gli arabi cattolici devono pregare in inglese, collocandosi fuori dalla loro stessa cultura? L'idea invece che un arabo cattolico preghi in arabo, è un forte segno di convivenza pacifica". I progetti: "Offrire un'applicazione a ogni Stato. La speranza è che il prossimo passaggio sia il cinese"
“iBreviary”? Un successo da diversi milioni di utenti. Sicuramente un fenomeno planetario perché grazie alle nove lingue con cui l’app si può scaricare, ha varcato confini e oceani. Dalla Nuova Zelanda dove sono sempre di più i sacerdoti che dicono Messa con l’iPad alle terre di lingua araba dove l’app apre una porta digitale alla libertà religiosa.
Maria Chiara Biagioni
-
Martedì 15 aprile 2014
ITALIA, DONNE AI VERTICI
La domanda è d'obbligo, ripercorrendo la storia e la vita di grandi donne che hanno comunque fatto una piccola rivoluzione, in una società come quella italiana segnata dalla loro grande fatica nell'imporre le proprie qualità umane e professionali
Può una rivoluzione iniziare per decreto dall’alto? O meglio, è possibile trasformare la società imponendo ciò che riesce a farsi strada da solo? La nuova valanga rosa questa volta non parla di sport invernali, ma deriva direttamente dalle nomine ai vertici delle grandi aziende pubbliche. Per la prima volta un governo ha deciso di puntare sulle donne.
Emanuela Vinai
-
Martedì 15 aprile 2014
LA CARTA DI ASSISI
Il documento sottoscritto da oltre duemila studenti, sarà consegnato nei prossimi giorni al ministro dell'Istruzione Stefania Giannini. Il testo è alla base di un ricco programma di attività con cui la neonata "Rete nazionale delle scuole di pace" si propone di rendere permanente l'educazione alla cittadinanza democratica nella scuola italiana
Ad Assisi il Meeting nazionale delle scuole per la pace, la fraternità e il dialogo “Sui passi di Francesco”. L’assemblea plenaria di chiusura ha avuto per filo conduttore il tema “Tornando a casa: impegni per continuare… sui passi di Francesco”. Alla due giorni, promossa dalla rivista San Francesco e dal Coordinamento nazionale enti locali per la pace e i diritti umani, hanno partecipato duemila studenti, che oggi hanno sottoscritto la Carta di Assisi.
Gigliola Alfaro
-
Martedì 15 aprile 2014
TUTELA GIURIDICA GRATUITA
Antonio Mumolo è il presidente dell'associazione "Avvocato di strada onlus" a cui aderiscono 700 legali in tutta Italia. Presentati i dati relativi allo scorso anno: 2.718 le persone assistite gratuitamente nelle 37 sedi sparse nel Paese. I "clienti" sono stranieri per il 60%. Forte la presenza di italiani. In aumento, tra gli assistiti, le donne. Sempre più grave la situazione delle famiglie sfrattate
I diritti non si possono negare a nessuno. Anche chi vive per strada ne ha, e quando vengono calpestati c’è bisogno di qualcuno che li riaffermi. Con questa “mission”, nel 2000, è nato il primo sportello di “Avvocato di strada”, realtà promossa dall’associazione bolognese Amici di piazza Grande.
Francesco Rossi
-
Martedì 15 aprile 2014
L'ENCLAVE SPAGNOLA
La Caritas interparrocchiale con 70 volontari e 4 impiegati aiuta gli immigranti clandestini e i poveri. Grande cura per le persone prive di documenti, in particolare donne sole con figli. Allestita una sala con una decina di computer con la connessione a internet. Ogni giorno gli immigrati del Centro di permanenza temporanea si recano lì per comunicare con le famiglie. Grave emergenza alimentare
È davvero gigantesco l’impegno della Caritas di Melilla, enclave spagnola in Marocco, a favore di chi vive in situazione di difficoltà: innanzitutto immigrati clandestini che cercano di entrare nella stessa Melilla per mettere piede in territorio europeo e poi passare effettivamente nel Vecchio continente; ma ci sono anche famiglie in forti ristrettezze economiche a causa della crisi. E tanti, tanti bambini.
Gigliola Alfaro
-
Martedì 15 aprile 2014
SCUOLA/BUONE PRATICHE
L'esperienza realizzata al Bambino Gesù di Roma e Palidoro, nell'ambito del programma del Miur ''La scuola in ospedale''. Ai prof si chiede qualcosa in più: alla capacità di educatore si devono aggiungere psicologia, altissime doti di relazione, forza d'animo, attitudine al dialogo. Ogni giorno un piccolo miracolo educativo con i bambini lungodegenti. Le vie dell'arte e della poesia
“Il dolore che sento mi toglie il respiro. Stringo al vento le ali. Mi staglio contro il cielo. La fredda pioggia bagna il mio povero corpo ma ricordi e pensieri resteranno per sempre in tutto il loro splendore”. È una delle tante poesie scritte da Adriana, lungodegente all’Ospedale Bambino Gesù di Santa Marinella.
Paola Scarsi
-
seguici su Twitter
sir su youtube
Regione
Ultimi servizi




Servizio per abbonati
Fatti e Pensieri
Dal 14 al 20 aprile 2014
ifeelcud
15/04/2014
Speciale Settimane Sociali
Premio giornalistico Fisc-Sir Giovanni Fallani
Altri Media Cattolici
Avvenire
TV2000
Radio InBlu
Vatican.va
Chiesa Cattolica Italiana
FISC
Commento al Vangelo