Giovedì 18 Settembre 2014 
SIR - Servizio Informazione Religiosa
Sinodo sulla famiglia
Sinodo sulla famiglia: Dossier Sir
Quotidiano
Italiano
English
Mediacenter
Venezia Film Festival 2014
Europe [FREE]

N. 65 del 19 settembre 2014

N. 64, September 17, 2014
Venerdì 19 settembre 2014
EDITORIALE
Le libertà fondamentali, fra cui quella di religione, dovrebbero essere un punto fermo dell'azione Ue sulla scena internazionale
Stefan Lunte - Sir Europa (Francia)
-
Venerdì 19 settembre 2014
ALBANIA
Il Paese che accoglie il Papa è un modello di convivenza tra le diverse fedi. "Fa parte della nostra storia"
-
Venerdì 19 settembre 2014
BELGIO
L'oncologa Catherine Dopchie riflette sul senso della vita e della morte. E afferma: "Non esiste amore senza verità"
-
Venerdì 19 settembre 2014
SETTIMANA DELLA MOBILITÀ
Iniziative in 38 Paesi per riscoprire la qualità della vita in città. Lasciando le auto in garage almeno per qualche giorno
-
Mercoledì 17 settembre 2014
EDITORIAL
Days of Madrid promoted by CCEE and COMECE. The situation in the continent, hope grounded in the Gospel
Patrick Daly (*) - Duarte da Cunha (*)
-
Mercoledì 17 settembre 2014
EDITORIAL/2
On September 18 the Country will vote on a State independent from London. A risky challenge
Gianni Borsa - Sir Europe (Brussels)
-
Mercoledì 17 settembre 2014
THE POPE IN ALBANIA
Mons. Massafra: a complex social and religious situation, focus on a "renewed commitment of growth in faith"
-
Mercoledì 17 settembre 2014
TOWARDS THE SYNOD
Family: reflections, questions and hopes of the bishop of Antwerp (Belgium), Mons. Johan Bonny
-
Le omelie del Papa a Santa Marta (Fonte: Radiovaticana.va)
seguici su Twitter
sir su youtube
Giovedì 18 settembre 2014
SMANIE INDIPENDENTISTE
-
Prima Pagina [FREE]
Giovedì 18 settembre 2014
GRAVINA DI PUGLIA
A due anni dalla morte di Franca Zuccaro, una sarta di Gravina di Puglia, la sua amica psicoterapeuta Maria Luisa Mastrogiacomo la ricorda così: "Ha cambiato il mio modo di fare il medico". Raccolte in un libro le testimonianze di quanti hanno ricevuto da lei del bene. Una donna semplice, Franca, ma capace di organizzare la carità, anche con la sua sola presenza a fianco dei malati e dei poveri
Esistono ancora oggi persone totalmente altruiste, che mettono da parte gli affari e i problemi personali per dedicarsi gratuitamente, e totalmente, all’altro? La risposta, fortunatamente, è positiva. A Gravina di Puglia, in provincia di Bari, una persona così era certamente Franca Zuccaro.
Andrea Dammacco
-
Giovedì 18 settembre 2014
IN TUTTO IL MONDO
Aperto oggi a Roma un seminario internazionale, promosso da Caritas Internationalis e Pontificio Consiglio per la famiglia, sul tema "La famiglia: una risorsa per superare la crisi". L'appello del cardinale Maradiaga: "Dobbiamo preoccuparci dei poveri a partire dalla famiglia". Per monsignor Paglia, "nessun Paese può ritenere di non avere forti fenomeni di povertà". Negli Usa ci sono 46,5 milioni di poveri (circa il 15% della popolazione). Il dramma delle famiglie cristiane irachene
Dalla povertà assoluta delle famiglie cristiane irachene che fuggono dalla persecuzione dell’Is (Stato islamico), alle famiglie africane abituate a conviverci a quelle americane che sperimentano la precarietà, il razzismo, l’emarginazione. Sono tante le storie e le esperienze raccontate oggi all’incontro internazionale.
Patrizia Caiffa
-
Giovedì 18 settembre 2014
ANNUNCIARE A TEATRO
Fra' Marco Finco, religioso cappuccino della provincia monastica lombarda, "prestato al teatro", direttore artistico del Centro culturale francescano artistico "Rosetum" di Milano, racconta la sua storia e, di converso, la sua missione: evangelizzare attraverso l'arte teatrale. Tutto cominciò a 25 anni, a Cesano Boscone, in un istituto per disabili gravi e gravissimi
Addosso ancora la barba finta e il saio fra’ Marco Finco. Il saio è anche l’abito di scena della sua opera “Da Bella Zia”, dove rappresenta padre Cecilio, portinaio del convento cappuccino di Milano e fondatore nel 1959 dell’Opera San Francesco. Padre Cecilio viveva “con un occhio alla porta per aprire a chi chiede e uno alla chiesa, per guardare a Gesù”.
Daniele Rocchi
-
Giovedì 18 settembre 2014
BELGIO, CATTOLICI DIVISI
Catherine Dopchie, oncologa, è responsabile di una unità ospedaliera di cure palliative in Belgio. Anche lei è cattolica come la collega Corinne Van Oost, autrice del libro ''Medico e cattolico, pratico l'eutanasia''. Ecco la sua posizione: ''La tentazione eutanasica esiste. A volte è intensa, violenta, oppressiva. Ma il rischio che prendiamo nel soccombervi è mortale. Non si può impunemente prendere il ruolo del creatore''
Il fronte pro-eutanasia in Belgio si apre anche ai cattolici. Fa discutere un libro scritto da Corinne Van Oost dal titolo: ''Medico e cattolico, pratico l'eutanasia''. Un libro confessione in cui la dottoressa belga - una vita passata ad alleviare il dolore dei malati terminali - spiega le ragioni che l'hanno portata a praticare l'eutanasia attiva che dal 2002 il Belgio consente.
Maria Chiara Biagioni
-
Giovedì 18 settembre 2014
SINODO, BUONE PRATICHE/2
Don Sandro Dalle Fratte, responsabile della pastorale familiare della diocesi di Treviso ci tiene a sfatare due miti: che la questione dell'accesso all'Eucaristia sia ''il problema'' principale per i divorziati risposati e la convinzione diffusa che i figli dei separati o divorziati non vivano una condizione diversa rispetto a quella dei loro coetanei che hanno alle spalle famiglie stabili
Il 90% delle coppie separate sono ''ricomponibili'', cioè avrebbero tutti gli estremi per tornare insieme. A patto, però, di riuscire a trovare una comunità accogliente in grado di ascoltarle e proporre loro un processo personalizzato di ''guarigione''. Che metta in fuga il timore di essere giudicati a priori, e dunque emarginati senza appello. Perché chi di noi, separato o no, non ha mai sperimentato la condizione di persona ''ferita'' dalla vita?
M.Michela Nicolais
-
Giovedì 18 settembre 2014
DOPO L'APPELLO DEL PAPA
Prosegue il braccio di ferro politico tra i due esponenti più importanti della fragile coalizione di governo, il premier in carica Thomas Thabane e il suo vice Mothetjoa Metsing, sostenuti rispettivamente dalla polizia e dall'esercito. Intanto la popolazione è spaventata e teme che il conflitto possa degenerare in violenze e scontri armati
Due settimane dopo l'intervento dell'esercito nella capitale Maseru, nel piccolo regno c'è ancora incertezza sul futuro. Sospese molte attività umanitarie. I vescovi visti come mediatori credibili tra il premier e i suoi rivali.
Davide Maggiore
-
Mercoledì 17 settembre 2014
FECONDAZIONE
Eleonora Porcu, ginecologa e ricercatrice a Bologna: ''Non è un problema sanitario, ma antropologico. Questa tecnica chiede ai potenziali donatori di considerare, accettare e quindi accantonare l'immaginario e il ricordo di un potenziale bambino nato dai propri gameti ma che non potrà mai essere un figlio. Entrano in gioco sensibilità e vissuti personali, un dilemma/conflitto più che legittimo''
''Se si vuole rispettare la legalità, per ora la fecondazione eterologa non può partire perché i gameti non ci sono''. Non usa giri di parole Eleonora Porcu, medico ginecologo responsabile del Centro di Infertilità e procreazione medicalmente assistita del Policlinico Universitario Sant'Orsola-Malpighi, Università di Bologna
Giovanna Pasqualin Traversa
-
Mercoledì 17 settembre 2014
L'ALBANIA CHE ATTENDE IL PAPA
Qui le "periferie esistenziali" così care a Bergoglio, nonostante una dimensione multietnica che da secoli affronta un equilibrio precario, tentano, ogni giorno, di difendere la propria dignità, la propria identità. E affrontano con coraggio il futuro. Le comunità cristiane sono tornate a fiorire, là dove il comunismo ha provato a distruggerne la memoria
La “terra delle aquile”: così viene definita l’Albania, un angolo di terra così vicino a noi, eppure ancora molto distante per cultura e pregiudizio. Un fazzoletto di mondo che fa cronaca, troppo spesso, solo per i crimini e di cui molti ignorano la storia travagliata che, dal dominio turco all’ateismo del comunismo, ha attraversano anni bui, fino alla rinascita e allo sviluppo, attuale, sempre più convincente.
Francesca Cipolloni (*)
-
Mercoledì 17 settembre 2014
SEMINARIO CEI AD ASSISI
Il direttore dell'Ufficio nazionale per la pastorale della salute, Carmine Arice: "La disabilità di per sé non è una malattia ma è una situazione di vita. Però anche la persona disabile si ammala e a un certo punto deve affrontare la morte. Ci interrogheremo su quale tipo di attenzione pastorale siamo chiamati a dare a queste persone. È l'inizio di un percorso"
“Accompagnare la persona disabile nel tempo della malattia” è il tema del seminario formativo promosso ad Assisi, dal 19 al 21 settembre, dall’Ufficio nazionale Cei per la pastorale della salute e dal settore per la catechesi delle persone disabili dell’Ufficio catechistico nazionale.
Luigi Crimella
-
Mercoledì 17 settembre 2014
REFERENDUM PER L'INDIPENDENZA
Domani gli scozzesi sono chiamati alle urne per dire sì o no alla nascita di uno Stato indipendente da Londra. Pur nella comprensibile sottolineatura delle differenze storiche e culturali, geografiche e produttive, nonché di un sano "orgoglio patriottico", occorre ammettere che inglesi e scozzesi hanno ben più in comune di quanto non li separi
Se un matrimonio è per sempre, lo è anche un divorzio. È quanto ha voluto ribadire il premier britannico David Cameron alla vigilia del referendum scozzese per l’autonomia da Londra. Una velata minaccia che suona al contempo come una promessa.
Gianni Borsa - Sir Europa (Bruxelles)
-
Mercoledì 17 settembre 2014
TORINO FA FESTA
Così la creatura di Ernesto Olivero (rimarrà a vita "padre" della Fraternità) viene dotata degli strumenti giuridici per operare a pieno titolo nella Chiesa, torinese e universale. Monsignor Cesare Nosiglia, nel consegnare il documento, ha sottolineato come il gruppo dell'Arsenale sia punto di riferimento per l'animazione caritativa e missionaria di tanti gruppi giovanili, in Italia e non solo
Dopo 50 anni, arriva il riconoscimento canonico. Ieri sera l’arcivescovo di Torino, monsignor Cesare Nosiglia, ha consegnato a Ernesto Olivero lo Statuto della Fraternità del Sermig, Servizio missionario giovanile, con cui la Chiesa torinese riconosce la “Fraternità della Speranza” che raccoglie i membri del gruppo impegnati nei tre “Arsenali” e nelle centinaia di servizi e attività dirette a poveri, giovani, famiglie.
Marco Bonatti
-
Regione
Ultimi servizi




Servizio per abbonati
Fatti e Pensieri
Dal 15 al 21 settembre 2014
ifeelcud
15/04/2014
Altri Media Cattolici
Avvenire
TV2000
Radio InBlu
Vatican.va
Chiesa Cattolica Italiana
FISC
inunaltromondo.it
Commento al Vangelo