Giovedì 05 Marzo 2015 
seguici su Twitter
sir su youtube
Quotidiano
Italiano
English
Mediacenter
Europe [FREE]

N. 16 del 4 marzo 2015

N. 16, March 04, 2015
Mercoledì 04 marzo 2015
EDITORIALE
Occorre confermare all'istituto di partecipazione democratica il valore che erano stato stabilito con il Trattato di Lisbona. L'esperienza di "One of us"
Gideon F. De Wit - Paesi Bassi
-
Mercoledì 04 marzo 2015
BOSNIA
Alla Cooperativa Insieme lavoratrici serbo-bosniache e bosniaco-musulmane sono un segale di rinascita. L'attesa per la visita del Papa
-
Mercoledì 04 marzo 2015
DOPO L'OMICIDIO NEMTSOV
Maria Przelomiec (Università di Varsavia, opinionista cattolica): a Mosca "chi osa criticare le autorità viene additato come nemico del popolo"
-
Mercoledì 04 marzo 2015
UE
La Commissione avanza un ambizioso progetto per rendere l'Europa più sicura per gli approvvigionamenti, con risvolti positivi per i cittadini
-
Mercoledì 04 marzo 2015
EDITORIAL
It is necessary to ensure that the participatory democracy institution embodies the value enshrined in the Treaty of Lisbon. The experience of "One of Us"
Gideon F. De Wit - The Netherlands
-
Mercoledì 04 marzo 2015
BOSNIA
At the Together Cooperative Serbian-Bosnian and Muslim-Bosnian women are a sign of rebirth. Expectations for the Pope's visit
-
Mercoledì 04 marzo 2015
AFTER MURDER'S NEMTSOV
Maria Przelomiec (University of Warsaw, Catholic commentator): in Moscow, whoever dares criticize authorities is labelled an enemy of the Russian people"
-
Mercoledì 04 marzo 2015
EU
The Commission's ambitious project to make Europe a safer place for energy supply, with positive effects for citizens
-
Mercoledì 04 marzo 2015
MATTARELLA A BRUXELLES
-
Prima Pagina [FREE]
Mercoledì 04 marzo 2015
IL CASO DI FIRENZE
La vicenda "confessata" da un Caposala a "Repubblica" sembra piuttosto rientrare nella semplice, legittima e moralmente ineccepibile, strategia di rifiuto concordato dell'accanimento da parte dei sanitari in perfetto accordo con i familiari. Resta il dubbio: perché insinuare una pratica eutanasica? Pura e facile propaganda? Il cardinale Giuseppe Betori ha evocato la cultura dello scarto
Ma se fosse così, se questa fosse la realtà degli ospedali italiani, sarebbe uno scenario terrificante. Nascosto dall’anonimato, un Caposala dell’ospedale fiorentino di Careggi, o almeno uno che si dichiara tale, ha confessato a “Repubblica” di essere stato testimone di ripetuti episodi che lui chiama, indistintamente, di eutanasia.
Maurizio Faggioni (*)
-
Mercoledì 04 marzo 2015
QUESTIONE DI PLURALISMO
Molte emittenti potrebbero scomparire perché trasmettono su frequenze ritenute interferenti con i Paesi confinanti con l’Italia. Luigi Bardelli, presidente del Corallo (300 tra radio e tv d’ispirazione cattolica), propone di "verificare l’effettiva interferenza" e chiede di salvare quelle che non disturbano. Sarebbe un colpo durissimo, economico e occupazionale per decine di emittenti cattoliche
Se siete fedelissimi del telegiornale che parla della vostra provincia o davanti alla tv non mancate mai una celebrazione trasmessa dal Santuario della vostra diocesi, dal 1° maggio potreste essere costretti a cambiare abitudini.
Alberto Baviera
-
Mercoledì 04 marzo 2015
CRISTIANI DIMENTICATI
Molti di loro si sono rifugiati nelle foreste, provincia nord-orientale di Ratanakiri, senza cibo e con il rischio di contrarre la malaria, per sfuggire alle persecuzioni che subiscono nel loro Paese d’origine e per evitare che il Governo cambogiano adotti nei loro confronti provvedimenti di rimpatrio forzato, com’è accaduto nel recente passato ed accade ancora oggi
I Montagnard, per la maggior parte cristiani, non si sono mai rassegnati alla persecuzione che subiscono da molti anni dal Governo vietnamita. Il loro esodo verso la Cambogia, iniziato negli anni Duemila, è ripreso. Molti di loro, comprese donne e bambini, sono costretti a vivere di stenti nelle foreste.
Umberto Sirio
-
Mercoledì 04 marzo 2015
NUOVA FRONTIERA SOCIAL
La direzione del socialnetwork, dopo aver ricevuto una segnalazione di pericolo, si metterà in contatto con la persona in questione, comunicherà che qualcuno è preoccupato per lui, chiederà se vuol essere contattato da un servizio di assistenza o da un amico, e offrirà infine "semplici suggerimenti" per affrontare la situazione. Tutto rigorosamente anonimo e nella tutela della privacy
La tendenza al suicidio o all’autolesionismo, d’ora in poi, sarà controllata e monitorata su Facebook da alcuni nuovi strumenti messi a disposizione degli utenti. Potranno lanciare un allarme al servizio di controllo quando qualcuno sembra essere in una situazione di rischio.
Rino Farda
-
Mercoledì 04 marzo 2015
SCARTATA LA VIA DEL DECRETO
Scelta dal governo la strada del disegno di legge, con tutti i passaggi parlamentari del caso - commissioni, aula, Montecitorio e Palazzo Madama - con il coinvolgimento di maggioranza e opposizioni, fino allo stesso presidente della Repubblica. Oltre al tema dei precari, forse assunti con un apposito decreto, entra nel dibattito anche la possibilità delle detrazioni fiscali per le rette delle paritarie
Tocca al Parlamento. La tanto annunciata riforma della scuola cambia strada proprio all’ultima curva e quando tutti - ministro Giannini in testa, probabilmente - si aspettavano anzitutto il famoso decreto per il maxi piano di assunzioni, ecco che il premier Renzi scompagina le aspettative.
Alberto Campoleoni
-
Martedì 03 marzo 2015
POVERI FRA I POVERI
Soli, malati e senza accesso ai servizi di assistenza, si ritrovano a vivere isolati nelle proprie case o in centri di accoglienza con livelli minimi nei bisogni primari e nelle cure mediche di base. Spesso capita di ritrovare anziani morti in casa dopo molti giorni. Se non si ha un figlio maschio che lavori, l’abbandono è quasi certo. Meno male che ci sono la Caritas e le parrocchie
Betlemme non è solo un luogo di nascita, è anche un luogo dove la gente cresce, diventa adulta e invecchia. E a Betlemme è molto difficile essere anziani. Con il Muro, poi, la situazione è ulteriormente peggiorata.
dall’inviato Sir a Betlemme, Daniele Rocchi
-
Martedì 03 marzo 2015
INDAGINE DELLA CATTOLICA
Piermarco Aroldi, direttore del Centro di ricerca sui media e la comunicazione (OssCOm) mette in luce il nesso fra consumo televisivo e alfabetizzazione alla rete. Il digitale ha portato con sé la frammentazione dell'audience e un'offerta sproporzionata rispetto alla platea dei giovani utenti. Posizione dominante dei prodotti esteri. La necessità di recupero per il sistema Italia
La tv per i bambini è, ancora oggi, una cosa seria. In Italia l’offerta è tanta, “una delle più ricche d’Europa”, ma quel che si trasmette viene soprattutto dall’estero. Bisognerebbe osare di più, investendo sui produttori nostrani, dato che la creatività non manca.
dall'inviato Sir a Milano, Francesco Rossi
-
Martedì 03 marzo 2015
VIOLENZA IN VENEZUELA
La morte dello studente Kluiverth Roa, un giovane scout di appena 14 anni, colpito da una raffica partita dall'arma di un agente della Polizia nazionale bolivariana, ha provocato la reazione dell'intera opposizione. Universitari hanno chiesto aiuto al nunzio apostolico Aldo Giordano per gli studenti "detenuti, torturati e perseguitati dalla dittatura del regime di Maduro". Il nunzio ha subito minacce
Le proteste sociali e le manifestazioni degli studenti contro il regime chavista sono cresciute e la repressione del governo è divenuta più violenta di prima. Anzi, è stata legalizzata nello scorso mese di gennaio da una risoluzione del governo del presidente Nicolás Maduro.
da Buenos Aires, Maribé Ruscica
-
Martedì 03 marzo 2015
CARDINALE DI PERIFERIA/3
"L'unica cosa che so fare è voler bene e amare", afferma il cardinale di Agrigento, senza cattedrale ormai inagibile da anni. Cita don Tonino Bello, don Primo Mazzolari, e sua madre, dama di carità che lo portava nelle case dei poveri e gli diceva sempre: "Ama i poveri". E ancora: "Il Vangelo va preso senza sconti". Un piccolo cruccio: "La nostalgia di aver lavorato molto per i poveri e meno con i poveri"
Una giornata di 36 ore quella trascorsa con “don Franco” nella terra agrigentina. Un cardinale che smette alla sera le vesti solenni del pontificale per svegliarsi presto al mattino e andare allo stadio a incontrare centinaia di liceali scoppiettanti di vitalità.
dall'inviata Sir ad Agrigento, Patrizia Caiffa
-
Martedì 03 marzo 2015
ACCADE NEI BALCANI
Serbo-bosniache e bosniaco-musulmane lavorano all'interno della Cooperativa Insieme. "L'obiettivo - spiega la presidentessa Rada Zarkovic - era creare le condizioni per il ritorno dei profughi, in particolare di donne sole che nel corso del conflitto erano scappate o avevano perso figli e mariti". Ora i soci sono 500. L'8 marzo un gruppo sarà a Roma, per la Festa della donna alla Camera dei Deputati
Piccoli frutti di speranza, “frutti di pace” coltivati laddove il processo di riconciliazione tra vittime e carnefici è tutt’altro che risolto. La pace, qui, moriva esattamente venti anni fa con il più feroce genocidio che l’Europa abbia mai conosciuto dalla fine della seconda guerra mondiale. Siamo nella Bosnia orientale, a Bratunac precisamente.
Michela Mosconi
-
Lunedì 02 marzo 2015
DOPO L’INCONTRO CON IL PAPA
Maurizio Gardini, presidente di Confcooperative, ripercorre l’incontro con Papa Francesco sabato scorso in Vaticano. Dal Pontefice è giunto un forte monito contro "le false cooperative": "Sono una patologia grave, che fa un doppio danno. Tutti dobbiamo combatterle". Sulla riforma del credito cooperativo: "Un processo inevitabile" con alcuni punti, però, che siano ben chiari. L’invio all’unione e alla collaborazione tra varie coop
La cooperazione come via per un’economia nuova, che metta al centro l’uomo e non la finanza. Questo il messaggio emerso, sabato scorso, dall’incontro di Papa Francesco con 7mila rappresentanti di Confcooperative.
Francesco Rossi
-
Lunedì 02 marzo 2015
GOMORRA È LONTANA
Da cinque anni studenti romani incontrano i napoletani. Sono gli alunni del liceo San Giuseppe De Merode e gli alunni speciali di "Casa Arcobaleno". Le due strutture sono gestite dai Fratelli delle scuole cristiane. Qui sul territorio (con poveri e rom) si lavora insieme: lasalliani, suore e gesuiti. Vedi "Il giardino dai mille colori", dove ogni mattina vanno all'asilo bimbi rom e napoletani
Le Vele sono solo a poche centinaia di metri: faranno da sfondo all’elicottero del Papa, quando atterrerà, il 21 marzo, in piazza Giovanni Paolo II. Non è certo un caso che il viaggio di Francesco a Napoli cominci da qui: i ragazzi di “Casa Arcobaleno” lo aspettano, ma anche i bambini del campo rom di Scampia.
dall'inviata Sir a Scampia, M. Michela Nicolais
-
Lunedì 02 marzo 2015
CREMLINO SOTTO ANALISI
Maria Przelomiec, docente dell'Università di Varsavia, opinionista della stampa cattolica: "In Russia non esiste l'opposizione democratica e non c'è libertà di stampa. Coloro che osano criticare le autorità vengono additati come nemici del popolo che mettono in pericolo la Santa Rus', la quale ha da svolgere una missione speciale poiché rimane l'unico baluardo contro la putredine dell'Unione europea"
Una grande manifestazione, pur inferiore alle attese, ha attraversato ieri le strade di Mosca, nel ricordo di Boris Nemtsov, già vicepremier ai tempi di Eltsin, divenuto uno scomodo oppositore dell’attuale presidente russo Putin.
Anna Kowalewska
-
Lunedì 02 marzo 2015
ROTTO L'INCANTESIMO
Gli effetti sono piuttosto modesti e le modifiche si limitano ad inasprire le sanzioni per i magistrati, che potranno arrivare alla metà dello stipendio, e ad allargare i casi sollevando l’ipotesi di negligenza grave e travisamento del fatto e delle prove. Nessuna rivoluzione, dunque: si tratta, come si legge nel primo articolo, "di rendere effettiva la disciplina", anche alla luce delle norme europee
È andata in porto la legge che reca “disciplina della responsabilità civile dei magistrati”: sette articoli che modificano, in senso più rigoroso, la legge del 1988, a sua volta approvata sulla base di un referendum plebiscitariamente votato nel novembre 1987.
Francesco Bonini
-
Le omelie del Papa a Santa Marta (Fonte: Radiovaticana.va)
Regione
Ultimi servizi




Servizio per abbonati
Fatti e Pensieri
Dal 2 al 9 marzo 2015
ifeelCUD
15/04/2014
Altri Media Cattolici
Avvenire
TV2000
Radio InBlu
Vatican.va
Chiesa Cattolica Italiana
FISC
Il sito di Firenze 2015
Commento al Vangelo