Domenica 21 Dicembre 2014 
seguici su Twitter
sir su youtube
Quotidiano
Italiano
English
Mediacenter
Europe [FREE]

N. 91 del 19 dicembre 2014

N. 91, December 19, 2014
Venerdì 19 dicembre 2014
EDITORIALE
Le sfide che premono sull'Europa spaziano dall'economia alla sicurezza, dalle migrazioni al modello sociale. I 28 interpellati dalla cronaca
Gianni Borsa - Sir Europa (Bruxelles)
-
Venerdì 19 dicembre 2014
GERMANIA
Le chiese cattolica ed evangelica uniscono le voci e mettono in guardia rispetto all'aumento di produzione ed esportazione di armamenti
-
Venerdì 19 dicembre 2014
UNIONE EUROPEA
Dal 1° gennaio 2015 il Paese baltico sarà alla presidenza di turno del Consiglio. Programma annunciato dalla premier Straujuma
-
Venerdì 19 dicembre 2014
EDITORIAL
Challenges for Europe range from the economy to security, from migration to the social model. Current events call EU 28 into question
Gianni Borsa - Sir Europe (Brussels)
-
Venerdì 19 dicembre 2014
GERMANY
Catholic and evangelical Churches' joint call to guard against increasing weapon export and production
-
Venerdì 19 dicembre 2014
EUROPEAN UNION
From January 1st 2015 the Baltic Country will hold the Council's six-month presidency. The program announced by Premier Straujuma
-
Sabato 20 dicembre 2014
60 ANNI DI MESSA IN TV
-
Prima Pagina [FREE]
Sabato 20 dicembre 2014
DISCARICA DI BUSSI
Tutti assolti i 19 imputati nel processo in Corte d'assise di Chieti per la vicenda delle cosiddette discariche dei veleni della Montedison, scoperte a Bussi sul Tirino, in provincia di Pescara. La sentenza è "sorprendente e sconcertante", commenta padre Aldo D'Ottavio, responsabile dell'Ufficio di pastorale sociale della diocesi di Pescara-Penne. "I nostri vescovi – ricorda - hanno parlato in modo chiarissimo: chi è responsabile deve pagare per i danni inflitti alle persone e all'ambiente"
Il disastro ambientale è stato derubricato in colposo e, perciò, è già scattata la prescrizione per la vicenda giudiziaria che va avanti dal 2002 (se fosse stato riconosciuto il dolo il termine per la prescrizione, di 15 anni, sarebbe giunto nel 2017), mentre per i giudici teatini “non sussiste” il reato di avvelenamento delle acque (che si prescrive dopo 30 anni).
Francesco Rossi
-
Sabato 20 dicembre 2014
IN LODE DI MARY POPPINS
Helen Lyndon Goff (1899-1996), meglio conosciuta con lo pseudonimo di Pamela Lyndon Travers, è la "madre" della baby sitter per antonomasia. Cedette solo dopo 14 anni alla corte di Walt Disney per concedergli i diritti cinematografici (la lotta tra i due è narrata nel film "Saving Mr Banks") ma volle essere presente alla costruzione del film passo dopo passo, anche se non fu mai veramente contenta
Mary Poppins ha ottant’anni, ma dice di averne cinquanta. Nata come romanzo nel 1934, è stata infatti ripresa da Walt Disney nel 1964 per diventare uno dei best sellers assoluti del cinema internazionale.
Marco Testi
-
Sabato 20 dicembre 2014
BRUTTA ITALIA
C'è da indignarsi e vanno combattute le varie Mafia Capitale, Tangentopoli e tutto ciò che ancora non abbiamo visto e dovremo vedere e subire, ma anche tutte le "sottomarche" che parlano di una cultura mafiosa che è molto più subdola di quanto pensiamo e che rischia di contagiare dal basso
La solita filastrocca che si ripete. Con la politica, una certa politica, che fa vedere il peggio di sé, tra intrallazzi, ruberie e prese in giro all’ombra del Colosseo che neppure la più squallida commedia all’italiana riuscirebbe a mettere insieme per il cinepanettone natalizio. La solita immagine dell’Italia.
Walter Lamberti (*)
-
Sabato 20 dicembre 2014
KURDISTAN IRACHENO
Nei campi e nei palazzi sventrati hanno trovato rifugio oltre 20mila famiglie. Monsignor Emil Shimoun Nona, arcivescovo caldeo di Mosul: "Stiamo preparando dei doni per i bambini e i ragazzi, per alleviare in qualche modo disagi e sofferenze. È importante che la nostra gente senta il sapore della festa perché la fede che professiamo è forte più di ogni sventura. La venuta di Gesù ci dona la forza di continuare a vivere tutto ciò che la fede ci chiede"
Erano i primi giorni di agosto quando i miliziani dello Stato islamico conquistarono Mosul e cacciarono i cristiani. Le chiese sono state chiuse, altri luoghi di culto distrutti, trasformati in prigioni oppure occupati dai militanti islamici.
Daniele Rocchi
-
Sabato 20 dicembre 2014
DOPO MAFIA CAPITALE
Il "mondo di mezzo", emerso dall'inchiesta su Mafia Capitale, non è che la punta dell'iceberg di una metastasi estesa in tutto il Paese, rispetto alla quale ha una grossa responsabilità la cosiddetta società civile. Sarebbe però arbitrario e anche ingiusto, estendere - come alcuni hanno fatto in queste settimane - al mondo del volontariato e del Terzo Settore, responsabilità che non ha
La riforma del Terzo Settore può consentire maggiore trasparenza e controlli, per evitare che il mondo del no profit sia aggredito, com’è accaduto a Roma, dalle organizzazioni criminali.
Benedetto Riga
-
Venerdì 19 dicembre 2014
BAGNASCO A TV2000
Il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, sarà l'ospite della puntata di "Soul" che andrà in onda domani (20 dicembre), alle 20.30, su Tv2000. Intervistato da Monica Mondo, l'arcivescovo di Genova racconta di sé, della sua formazione in una Chiesa "estremamente radicata nelle famiglie, nel tessuto sociale". Parla anche della Chiesa, della pace, della preghiera e della speranza. E conclude: "Dovete pregare sempre"
L’arcivescovo di Genova e presidente della Cei comincia con i ricordi, la vita familiare “molto semplice, normale”, con i genitori e la sorella maggiore, la Messa domenicale e l’importanza della parrocchia, attorno alla quale “tutto gravitava”.
Francesco Rossi
-
Venerdì 19 dicembre 2014
RIVISITAZIONE SPIRITUALE
Lo scrittore siciliano comunica nella novella "La Messa di quest'anno (5 marzo 1905)", una riflessione di piena attualità: al Natale consumistico bisogna contrapporre un sentimento religioso più forte, una vera rigenerazione che serva a cambiare di dentro le persone
Il tema della festa del Natale ricorre di frequente nella produzione letteraria, poetica e artistica in generale. Ogni essere umano - e quindi anche gli scrittori - sentono il bisogno di immergersi col ricordo e con le sensazioni in quelle ore di attesa.
Zino Pecoraro
-
Venerdì 19 dicembre 2014
ANCORA NEGAZIONISMO
L'iniziativa in vista del centenario nel 2015. L'incarico è quello di fornire materiali e contributi utili a confutare gli argomenti che istituzioni legate al popolo armeno diffondono in merito al genocidio compiuto nel secolo scorso. Le condoglianze del premier Erdogan, rivolte ai discendenti il 23 aprile scorso, non cambiano la linea della Turchia moderna
A 8 storici turchi è stato commissionato un lavoro per contestare il genocidio armeno. È una scelta che si situa nel solco della linea del negazionismo della Turchia moderna sul primo genocidio del Novecento, che negli ultimi tempi ha anche avuto segnali contrastanti.
Umberto Sirio
-
Venerdì 19 dicembre 2014
L'OPINIONE DEL TERRITORIO
I settimanali cattolici, in uscita in questi giorni, ricordano l'evento che ha cambiato il corso della storia: "Dio è venuto tra noi". "È questa la vera notizia che fa la differenza - rilevano le testate Fisc -. E da qui nasce la missione della Chiesa: uscire, andare, incontrare l'uomo, accoglierlo così com'è, condividere la sua storia per annunciargli l'Avvenimento della salvezza"
Si avvicina Natale e i settimanali, attraverso i messaggi dei vescovi e dei direttori, fanno i loro auguri ai lettori: “Il Natale rappresenta un tempo favorevole per diffondere la gioia cristiana e comunicare il messaggio di pace e di speranza, nascosti nel mistero della nascita del Figlio di Dio”. Tra gli altri argomenti affrontati dai giornali: lo scandalo della corruzione in Italia, cronaca e vita delle diocesi.
Gigliola Alfaro
-
Venerdì 19 dicembre 2014
LA CRONACA INCALZA
I ventotto capi di Stato e di governo sono interpellati dalla velocità dei cambiamenti di scenario politico ai confini, a cominciare dai rapporti con Putin ed Erdogan. Per non parlare del disgelo Usa-Cuba e del conflitto con il Califfato. Inevitabile una nuova definizione delle priorità, considerate anche le difficoltà e i tempi lunghi per far decollare il Piano Juncker
L’Unione europea ha necessità di rivedere le sue priorità, di rimettere in fila i temi sui quali esprimersi con voce unica e autorevole, di serrare i ranghi per quanto riguarda gli sforzi volti alla ripresa economica, l’unica meta davvero ambita oggi dai cittadini europei, che si attendono lavoro, redditi certi e il ritorno degli investimenti pubblici finalizzati ai servizi, alla formazione, alla salute, alla ricerca, alla sicurezza.
dall'inviato Sir a Bruxelles, Gianni Borsa
-
Venerdì 19 dicembre 2014
IN VIGORE DAL PRIMO GENNAIO
Il presidente del Forum, Francesco Belletti: "Come associazioni familiari, dichiariamo la nostra disponibilità a collaborare con la pubblica amministrazione per un'analisi partecipata accanto alle istituzioni". Roberto Bolzonaro: "Abbiamo lottato per scale di equivalenza che pesassero i carichi familiari e il ministero anche stavolta sembra essere stato cieco e sordo". Pesanti criticità per i disabili
L’Isee (Indicatore della situazione economica equivalente), presente in Italia dal 1998, cambierà dal 1° gennaio 2015. Voluto per consentire ai cittadini di poter ottenere condizioni agevolate su determinate prestazioni sociali, assistenziali o per servizi di pubblica utilità, nella nuova versione prevede l’incrocio di diverse banche dati di tipo fiscale e contributivo, oltre che l’inserimento dei dati patrimoniali riguardanti la casa.
Luigi Crimella
-
Giovedì 18 dicembre 2014
SENTENZA DELLA CORTE EUROPEA
Un ovulo sottoposto al processo di attivazione per partenogesi è anche detto "partenote". Ovvero, "indotto a iniziare un processo di divisione e sviluppo per partenogenesi sperimentale", quindi senza bisogno di essere fecondato da uno spermatozoo. Il motivo per cui si vogliono brevettare i "partenoti" è che da essi si possono estrarre cellule staminali di tipo "embrionale" (pluripotenti), adatte per terapie sperimentali
Non c’è pace fra gli ovuli, diventati oggetto di “discriminazione” giuridica in base alle loro caratteristiche biologiche. Alcuni sono brevettabili, altri no. Così ha sentenziato oggi (18 dicembre) la Corte di giustizia europea, sancendo la brevettabilità a fini industriali di un ovulo umano “manipolato” ma non fecondato.
Maurizio Calipari
-
Le omelie del Papa a Santa Marta (Fonte: Radiovaticana.va)
Regione
Ultimi servizi




Servizio per abbonati
Fatti e Pensieri
Dall'8 al 14 dicembre 2014
Dossier Sinodo
15/04/2014
Altri Media Cattolici
Avvenire
TV2000
Radio InBlu
Vatican.va
Chiesa Cattolica Italiana
FISC
Verso Firenze 2015
Commento al Vangelo